rotate-mobile
Cronaca

È morto il re della bresaola Emilio Rigamonti

L'imprenditore sondriese è stato colpito da un malore dopo aver preso un aperitivo in compagnia di un amico

È l'imprenditore Emilio Rigamonti l'anziano deceduto nella tarda mattinata di mercoledì 31 maggio a Sondrio, in piazzale Bertacchi. L'ex patron dell'omonima azienda di bresaole aveva preso un aperitivo con un amico quando, all'improvviso, è stato colpito da un malore che gli è stato fatale. Solo un mese fa, il Primo maggio, aveva compuito 92 anni. 

Subentrato insieme al fratello Giovanni nella conduzione dell'attività di macelleria e salumeria aperta dal padre nel 1913, Emilio Rigamonti ha reso la bresaola un prodotto conosciuto e consumato in tutto il mondo. Lo stabilimento produttivo di Montagna in Valtellina, insieme a quelli di Poggiridenti e Mazzo in Valtellina, vede l'impiego di centinaia di valtellinesi da decenni. Dal 2011 il Salumificio Rigamonti è completamente passato nelle mani del colosso internazionale Jbs, ma Millino (come era conosciuto dagli amici) non aveva mai smesso di essere vicino all'azienda.

Celebre il suo impegno per la comunità. Per decenni il marchio Rigamonti è stato legato al mondo del basket sondriese grazie alla stretta collaborazione con Diego Pini. Conclamato il supporto dato alla Fondazione Casa di Riposo Città di Sondrio. Senza dimenticare i tanti e prestigiosi incarichi avuti in enti e associazioni del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morto il re della bresaola Emilio Rigamonti

SondrioToday è in caricamento