rotate-mobile
Cronaca Valdisotto

È del maestro di sci Armando Romani il corpo trovato nella neve

L'uomo era stato trovato senza vita non lontano dalla Malga San Colombano

È del maestro di sci Armando Romani il corpo trovato senza vita nella mattinata di lunedì 8 gennaio a Valdisotto, nel comprensorio sciistico di Cima Piazzi - San Colombano. A rinvenire il cadavere nella neve era stata una sciatrice alpinista, la quale aveva prontamente chiamato le forze dell'ordine. Non ci ha messo tanto la guardia di finanza di Bormio a dare un nome ed un cognome al corpo, anche se nessuno, nelle ore precedenti al ritrovamento, aveva sporto denuncia per la scomparsa di persone care. Si cerca ora di dare una spiegazione a quanto accaduto. L'ipotesi più accreditata al momento sarebbe quella di un malore.

Stando alle prime ricostruzioni il 56enne avrebbe pranzato presso la Malga San Colombano nella giornata di sabato. Lì si sarebbe fermato a lungo, fino almeno alle ore 17, prima di decidere di scendere a piedi verso il fondovalle. Sulla neve gli inquirenti non hanno trovato segni di spostamento. È altamente probabile che Romani si sia sentito male trovando la morte a pochi metri dal rifugio dove aveva mangiato. Il maltempo delle ore successive, caratterizzato da neve e vento, ne hanno celato il corpo fino al ritrovamento di lunedì mattina. Si attende la ricognizione cadaverica per le prossime ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È del maestro di sci Armando Romani il corpo trovato nella neve

SondrioToday è in caricamento