rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
la scomparsa

È morto l'architetto Piercarlo Stefanelli

Professionista impegnato in politica e nel sociale avrebbe compiuto 87 anni tra poco più di un mese. Ha lavorato fino all'ultimo stimolando alla riflessione l'opinione pubblica locale

La provincia di Sondrio piange la scomparsa dell'architetto Piercarlo Stefanelli. Nato a Lodi nel 1935, avrebbe compiuto 87 anni tra poco più di un mese, era molto conosciuto oltre che per i suoi lavori professionali anche per il suo impegno politico e sociale.

Ancora ieri, giovedì 9 giugno, Stefanelli si era rivolto ai giornali per dare visibilità alla sua idea per risolvere il problema del traffico alle porte di Sondrio, nella zona del santuario mariano della Sassella. Instancabile pensatore, con le sue idee, talvolta "futuristiche", ha contribuito negli anni a rinnovare la cittadina di Sondrio e l'intera provincia, stimolando l'opinione pubblica in nuove riflessioni. Aveva ricoperto il ruolo di vicesindaco e assessore all'Urbanistica durante nei primi due mandati da sindaco di Alcide Molteni, dal 1995 al 2003.

Tanti i progetti professionali portati a termine da Stefanelli nella sua lunga carriera, sia in Valtellina sia i livello nazionale. A Sondrio, tra i suoi progetti più conosciuti, spesso a cavallo tra tradizione alpina ed innovazione, la progettazione delle famose "Torri" del quartiere La Piastra (insieme a Carlo Biselli, Giovanni Del Curto e Bendetto Abbiati) oltre che del centro commerciale e residenziale "Garberia".

Innumerevoli i lavori dell'architetto sondriese, sia in ambito privato che in ambito pubblico. Tra i progetti più iconici mai realizzati una teleferica per raggiungere dal centro di Sondrio il Castel Masegra e una metropolitana "leggera", per connettere con puntualità e capillarità le località del fondovalle valtellinese. Autore di numerose pubblicazioni, Stefanelli da qualche tempo si era ritirato dalla vita pubblica, senza rinunciare però alle sue idee.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morto l'architetto Piercarlo Stefanelli

SondrioToday è in caricamento