rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024

Morte nel torrente per salvare il cane, il difficile recupero dei corpi di Rosy Corallo e Veronica Malini

Ritrovate senza vita le due donne lecchesi trascinate dalla corrente del torrente glaciale del Fellaria: le foto del recupero dei corpi

Sono state ritrovate senza vita Rosy Corallo e Veronica Malini, le due donne lecchesi (residenti a Pescate e Cernusco Lombardone) cadute nel torrente che scende dal ghiacciaio Fellaria, in Alta Valmalenco, nel territorio comunale di Lanzada, a una quota di circa 2500 metri, attorno a mezzogiorno di ieri, mercoledì 23 agosto. 

Stando a quanto raccontato dai soccorritori, il cane che era con loro era caduto in acqua nei pressi della passerella di ferro che conduce al Fellaria e, nel tentativo di salvarlo, una delle due donne avrebbe perso l'equilibrio, finendo travolta dalle acque impetuose che in queste giornate di caldo estremo si generano dalla fusione di ghiacci in alta quota. L'amica non avrebbe esitato a gettarsi in acqua per prestare aiuto, finendo a sua volta inghiottita dalla corrente. L'uomo che era con loro non ha potuto fare alcunché per salvarle se non attivare immediatamente i soccorsi.

Fin da subito i tecnici del Cnsas - Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico, il Sagf - Soccorso alpino Guardia di finanza e i vigili del fuoco hanno collaborato nelle ricerche. Per il soccorso alpino erano presenti otto tecnici, portati in quota dagli elicotteri di Areu - Agenzia regionale emergenza urgenza decollati dalle basi di Bergamo e di Caiolo con loro le squadre territoriali di guardi di finanza a vigili del fuoco, coadiuvate dai rispettivi elicotteri della guardia di finanza e dei vigili del fuoco.

Vista la portata dell'acqua le ricerche non erano semplici. Dopo la pausa obbligata, dovuta alla notte, le ricerche erano riprese all'alba di oggi, giovedì 24 agosto. Con la luce, in poche ore, i soccorritori sono riusciti a rinvenire i corpi esanimi delle due amiche.

Terminate le operazioni di recupero

Sono terminate le operazioni di recupero dei corpi. Impegnati nell’intervento cinque tecnici specializzati nel soccorso in forra della squadra regionale lombarda, provenienti da diverse province, nove tecnici della Stazione di Valmalenco della VII Delegazione Valtellina - Valchiavenna del Cnsas - Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico.

Morte per salvare il cane in Valmalenco, il recupero dei cadaveri - Lanzada, 24 agosto 2023

La guardia di finanza era presente con il Sagf e con l’elicottero, che stamattina all’alba ha portato in quota i soccorritori, nella zona del rifugio Bignami. Le squadre sono state dislocate in tre punti differenti e i soccorritori hanno ricominciato le ricerche. Poco dopo, hanno ritrovato una delle due malcapitate, circa 200 metri più in basso rispetto al ponticellon dove erano cadute, e poi l’altra, 150 metri sopra la diga di Alpe Gera. Sono intervenuti anche i vigili del fuoco.

I due corpi sono stati condotti a valle con l'elicottero delle fiamme gialle, a disposizione dell'autorità giudiziaria presso l'eliporto di Caiolo. Il cane non è stato al momento rinvenuto.

Rosy Corallo e Veronica Malini-2Veronica Malini e Rosy Corallo, amiche e compagne di escursioni

Video popolari

Morte nel torrente per salvare il cane, il difficile recupero dei corpi di Rosy Corallo e Veronica Malini

SondrioToday è in caricamento