rotate-mobile
le parole / Valfurva

Jacopo Compagnoni, le parole della sorella Deborah: "La sua anima resterà nelle sue montagne"

La campionessa olimpica rompe il silenzio dopo l'improvvisa scomparsa del fratello

"La perdita di un fratello è un dolore straziante, lo è ancora di più per un fratello speciale come era per me Jacopo. Un papà e un marito meraviglioso". Deborah Compagnoni rompe il silenzio dopo la morte del fratello Jacopo, morto nella tarda mattinata di ieri, giovedì 16 dicembre, travolto da una valanga mentre discendeva con gli sci ai piedi il canale Nord del Monte Sobretta, a circa 2850 metri di quota, sopra la sua Santa Caterina Valfurva.

Quanto il sorriso di Jacopo fosse contagioso lo si vede dalle tante foto condivise sui social da chi lo aveva conosciuto. "Voglio ricordarlo sempre con il suo sorriso quando rientrava soddisfatto a casa dalle sue escursioni estive o invernali, abbracciando forte le sue adorate bimbe. Sono sicura, la sua anima resterà nelle sue montagne ad aspettarmi ogni volta che sentirò la sua mancanza" ha dichiarato all'Agi con molta commozione l'olimpionica di sci.

Infine Deborah Compagnoni ha voluto rivolgere un pensiero ai tanti che si sono stretti nel grave lutto che ha coinvolto la sua famiglia. "Ringrazio tutti coloro che mi hanno scritto e sono vicini a me e alla mia famiglia".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jacopo Compagnoni, le parole della sorella Deborah: "La sua anima resterà nelle sue montagne"

SondrioToday è in caricamento