Attilio Fontana ricorda don Roberto Malgesini: «Una vita dedicata agli ultimi, un esempio per tutti noi»

Le parole del presidente di Regione Lombardia dopo l'uccisione del sacerdote valtellinese: «Mi unisco alla comunità di Como che piange la morte di don Roberto»

Don Roberto Malgesini (Foto di Attilio Fontana/Fb)

«Mi unisco alla comunità di Como che piange la morte di don Roberto Malgesini, aggredito questa mattina da un senzatetto a cui il sacerdote aveva portato conforto». Il presidente della Regione Lombardia esprime così il cordoglio dell’intera Giunta lombarda per la tragica scomparsa di don Malgesini, sacerdote originario di Cosio Valtellino, brutalemente accoltellato nelle prime ore di martedì 15 settembre da un uomo di origine straniera.

«Da anni don Roberto – conclude il presidente - all'alba portava i pasti caldi ai poveri della città. Una vita dedicata agli ultimi, un esempio per tutti noi».

Lutto cittadino

Il sindaco di Como, giunto sul luogo dell'omicidio poco prima che la salma del prete fosse portata via dalla ditta di onoranze funebri, ha annunciato l'intenzione di proclamare il lutto cittadino. Un modo per sottolineare quanto e come don Roberto Malgesini fosse davvero una delle colonne portanti della chiesa comasca e dell'impegno nell'aiutare il prossimo più in difficoltà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ardenno, tenta di uccidere i figli con il gas e di togliersi la vita: arrestata

  • Coronavirus, la Lombardia verso l'entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Talamona, padre e figlio in scooter non si fermano all'alt dei carabinieri: inseguiti e denunciati

  • Valmalenco, i carabinieri non riescono a calmare il figlio violento: sedato e ricoverato

  • Sci, verso la chiusura degli impianti di risalita per le vacanze: si attende la conferma del Dpcm

  • Coronavirus, Dpcm e regole per Natale 2020: niente sci in Lombardia e niente cenoni

Torna su
SondrioToday è in caricamento