rotate-mobile
Pratiche anti concorrenziali / Livigno

Prezzi dei carburanti concordati via mail: 4 milioni di euro di multa ai distributori di Livigno

Secondo l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato l’intesa ha eliminato il confronto competitivo tra le parti e ha compromesso irrimediabilmente il fisiologico gioco concorrenziale a danno dei consumatori

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato per un importo complessivo di oltre 4 milioni di euro (4.287.186,97) le società Cus.Car. S.r.l., Fibo S.r.l., Ges.Car. S.r.l. di Cusini Bernardo & C., Tre.Car. S.r.l., CU.BA. S.r.l., Global Service S.r.l., Bondi Carburanti di Bormolini Luigi S.r.l. e Silroc S.r.l.

L’Autorità ha infatti accertato l’esistenza - nel periodo 2012-2022 - di un’intesa anticoncorrenziale tra le società di distribuzione di carburanti per autotrazione (gasolio e benzina) che operano nel Comune di Livigno. Secondo l’AGCM l’intesa veniva attuata attraverso comunicazioni settimanali via mail con indicazioni puntuali dei prezzi futuri da applicare negli impianti di distribuzione al dettaglio. Queste mail erano inviate da una persona fisica ad un elenco, visibile a tutti i destinatari, contenente gli indirizzi delle società in questione.

Per l’istruttoria, nata a seguito di precedenti indagini eseguite dalla Guardia di Finanza, l’Autorità si è basata su un ricco quadro probatorio da cui emergono le evidenze dei sistematici invii di mail da parte del mittente alle società di distribuzione di carburanti e della corrispondenza tra i prezzi contenuti nelle comunicazioni e quelli effettivamente praticati dai distributori.

Secondo l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato l’intesa ha eliminato il confronto competitivo tra le parti e ha compromesso irrimediabilmente il fisiologico gioco concorrenziale a danno dei consumatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzi dei carburanti concordati via mail: 4 milioni di euro di multa ai distributori di Livigno

SondrioToday è in caricamento