rotate-mobile
l'omicidio

Laura Ziliani: chiuse le indagini, per la Procura sono state le figlie

Per l'omicidio in Valcamonica sono in carcere Paola (20 anni) e Silvia (27) oltre il fidanzato Mirto Milani

Stordita con tranquillanti, soffocata - forse con un cuscino - e sepolta vicino all'argine del fiume Oglio. Secondo il Pubblico ministero Caty Bressanelli, che ha depositato l'avviso di chiusura delle indagini, Laura Ziliani è morta così, esattamente un anno fa, alla vigilia della Festa della mamma. 

Chiuse così le indagini della procura di Brescia che vedono come unici accusati Paola (20 anni) e Silvia Zani (27 anni), e il fidanzato di quest'ultima, Mirto Milani. Tutti e tre sono in carcere dallo scorso 24 settembre, accusati di omicidio ed occultamento di cadavere. Avrebbero ucciso per soldi, per avere la strada spianata per realizzare un bed & breakfast.

Secondo le indagini, Laura sarebbe stata uccisa la sera di sabato 8 maggio 2021, appena giunta a Temù dalla sua casa di Brescia. L'allarme è stato lanciato dalle figlie la mattina successiva. Solo dopo tre mesi, l'8 agosto, venne ritrovato il cadavere della ex vigilessa: una piena dell'Oglio lo ha dissepolto dall'argine dove era stato sotterrato. Il rinvio a giudizio dei tre accusati potrebbe arrivare entro l'estate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laura Ziliani: chiuse le indagini, per la Procura sono state le figlie

SondrioToday è in caricamento