Novate Mezzola, tutti prosciolti gli indagati per l'inquinamento nell'area ex Falck

Dopo due anni di indagini, la decisione del giudice delle udienze preliminari del tribunale di Sondrio

Non ci sono prove. I 10 indagati, rappresentanti di 3 imprese, accusati per lo smaltimento di cromo esavalente nell’area dell' ex Falck a Novate Mezzola sono stati prosciolti. A deciderlo, dopo due anni di indagini, il giudice delle udienze preliminari del tribunale di Sondrio, Antonio De Rosa.

I dieci erano indagati per mancata bonifica e falso ideologico commesso da pubblici ufficiali nell’indagine condotta dai Carabinieri Forestali sull’area ex Falck della località della Valchiavenna. Nulla di confermato dalle indagini, il Gup ha deciso di prosciogliere degli indagati. Una brutta notizia, su tutti il Comitato Salute e Ambiente, Medicina Democratica e Legambiente, convinti della colpevolezza degli indagati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovata senza vita nell'Adda la donna di Buglio in Monte scomparsa domenica

  • Sondrio in lutto per la morte di Stefania Barcio

  • Fusine, si cerca nell'Adda una 50enne scomparsa da casa

  • Covid, un nuovo focolaio nel reparto di Neurologia dell'ospedale di Sondrio

  • Tir carico di fieno prende fuoco in strada, attimi di panico sulla nuova SS38. Traffico deviato

  • Corruzione e truffa aggravata, nei guai ex primario del Morelli di Sondalo

Torna su
SondrioToday è in caricamento