Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Ruinon, iniziati i lavori per far esplodere i massi pericolanti

Intanto la frana spontaneamente non smette di scendere a valle

 

Nella giornata di martedì 10 settembre 2019 sono iniziati i tanto attesi lavori per la messa in sicurezza del versante franoso del Ruinon, in Valfurva. Dopo settimane di attesa la ditta incaricata dalla Comunità Montana Alta Valtellina, la Nani Costruzioni di Chiesa Valmalenco, ha avviato i lavori preparatori per il brillamento dei massi pericolanti emersi negli ultimi tempi sul fronte della frana.

Sul luogo sono intervenuti gli artificieri operando alla realizzazione delle piazzole per il perforamento dei sassi pericolanti. Parallelamente, al fine di metter in sicurezza l'intero versante il Comune di Valfurva ed il Parco dello Stelvio, una volta ricevuta la necessaria copertura finanziaria da parte di Regione Lombardia, avvieranno l’intervento per intubamento delle acque.

La frana non si ferma

Intanto, mentre gli esperti operano sul campo franoso per l'installazione delle cariche esplosive, la frana del Ruinon non smette di cadere a valle. Colpisco le immagini di Giuseppe Cola, furvese esperto del Ruinon, condivise nel pomeriggio del 10 settembre, sui social network.

Potrebbe Interessarti

Torna su
SondrioToday è in caricamento