Coronavirus, la Diocesi corre ai ripari: «Niente scambio della pace e solo comunione nella mano»

Dal vicario generale della Diocesi di Como, referente anche della provincia di Sondrio, don Renato Lanzetti, le istruzioni di buon comportamento ai sacerdoti

Immagine d'archivio

«In considerazione delle circostanze che si stanno creando, dovute al contagio di COVID-19 (coronavirus) presente in Lombardia si suggerisce di non effettuare lo scambio di pace e di fare in modo che la comunione possa essere distribuita sulla mano, secondo le norme vigenti».

È con questa nota che il vicario generale della Diocesi di Como, referente anche della provincia di Sondrio, don Renato Lanzetti, ha raggiunto i sacerdoti coinvolti dando istruzioni su come comportarsi durante la celebrazione dell'Eucarestia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Suggerimenti concreti per evitare l'ulteriore contagio del virus "made in China".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Coronavirus, lunedì si decidono le sorti della Lombardia: lo spettro del lockdown

  • Coronavirus in Italia: si va verso un nuovo lockdown

  • Svizzera, neve e buio coprono i massi caduti sui binari: treno deraglia

  • Coronavirus, focolaio nel pronto soccorso di Livigno: contagiati infermieri e autisti

  • Cosio Valtellino, grave bambino di 7 anni investito sulla vecchia statale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento