rotate-mobile
Solidarietà

Guerra in Ucraina, dal Gruppo Crédit Agricole un fondo di solidarietà di 10 milioni di euro

Il sostegno ai collaboratori di CA Ucraina che si sono rifugiati in Polonia è stato strutturato in base al sistema di aiuti predisposto da CA Bank Polska

Un fondo di solidarietà è stato lanciato dal Gruppo Crédit Agricole, titolare di Credito Valtellinese, a sostegno dei cittadini ucraini per affrontare l’attuale situazione di emergenza. Il fondo, a dimostrazione di un impegno coordinato a livello internazionale, dà la possibilità a tutti i dipendenti del Gruppo di dare il proprio contributo.

Il fondo di 10 milioni di euro è sostenuto sia da Crédit Agricole S.A. che dalle banche regionali di Crédit Agricole e sarà destinato in primo luogo ai bambini ucraini, così come ai dipendenti di Crédit Agricole Ucraina e alle loro famiglie. Il fondo di solidarietà è aperto al contributo volontario dei dipendenti e dei rappresentanti del Gruppo in tutto il mondo a cui ognuno potrà contribuire, secondo i propri mezzi.

“Crédit Agricole esprime in modo concreto un segnale di vicinanza a tutto il popolo ucraino. I nostri colleghi in Ucraina continuano a lavorare dove possibile per assicurare i servizi a tutti i cittadini, anche in condizioni molto difficili. Questo fondo di solidarietà rappresenta un modo per affermare il valore della pace e dare il nostro contributo per affrontare questa gravissima emergenza umanitaria. Ringraziamo anche i colleghi delle nazioni vicine che stanno fornendo aiuto e ospitalità ai colleghi ucraini e alle loro famiglie che hanno dovuto lasciare il Paese” dichiara il Responsabile del Crédit Agricole in Italia Giampiero Maioli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Ucraina, dal Gruppo Crédit Agricole un fondo di solidarietà di 10 milioni di euro

SondrioToday è in caricamento