menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sondrio, cerca di rubare un'auto: 42enne nei guai

M. D., 42 anni, residente a Sondrio è stato denunciato a piede libero per tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli

Cerca di rubare un'auto in via Credaro

Ad essere denunciato M. D., 42 anni, residente a Sondrio. Per il sondriese è scattata la denuncia a piede libero per tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli. In tasca aveva infatti anche attrezzi da scasso: un cacciavite, un tronchese e una pinza. Tutto è accaduto in pochi istanti nei parcheggi sotterranei di via Credaro, in zona Ospedale a Sondrio.

Colto sul fatto

Una donna di 57 anni, anch'essa residente in città, si stava recando nel posteggio per riprendere la propria auto e mentre scendeva lungo la rampa del parcheggio ha notato un uomo chiudere la portiera dell'auto e  allontanarsi furtivamente in sella a una bici.

La donna, avendo riconosciuto un poliziotto fuori servizio che si trovava lì per caso, ha chiesto aiuto e l’agente è entrato in azione.

Interviene la Polizia

Il poliziotto ha immobilizzato l’individuo e chiamato la sala operativa per ricevere ausilio da parte dei colleghi. Poco dopo, sono giunti sul posto una volante e due motociclisti della Polizia di Stato.

Il ladro è stato così portato in Questura dove è scattata la denuncia anche se il 42enne ha negato ogni addebito, spiegando di aver chiuso la portiera ma di non aver provato a rubare l’auto nè di aver voluto impadronirsi degli oggetti che vi erano all’interno. 

Non è la prima macchina danneggiata

Anche il giorno prima la Polizia  era intervenuta nello stesso parcheggio poiché un’altra auto era stata trovata con un finestrino frantumato. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare se anche la responsabilità di questo fatto sia attribuibile al 42enne sondriese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento