menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Percorsi ciclopedonali, si comincia dai fontanelli sul Sentiero Valtellina

Intervento da 3,5 milioni di euro al via

Poco più di un anno dopo aver annunciato il programma di interventi strutturali a sostegno della mobilità ciclo-pedonale, la Comunità Montana di Morbegno, nelle vesti di promotore e coordinatore, ha riunito stamane presso la propria sede i partner delle tre province coinvolte, Sondrio, Lecco e Como, per sottoscrivere la convenzione e per dare avvio ai progetti. Il primo a concretizzarsi sarà quello che prevede l’installazione di undici fontanelli lungo le piste ciclopedonali: Secam, in collaborazione con i comuni, li posizionerà entro poche settimane, in tempo per l’arrivo della primavera.

Soddisfazione per un percorso avviato e concluso in tempi record, per la collaborazione che si è sviluppata fra i territori e per il sostegno convinto della Regione Lombardia, che ha garantito 2,5 dei 3,5 milioni di euro necessari per la realizzazione del programma di interventi, è stata espressa stamane, in apertura della conferenza stampa, dal presidente della Comunità Montana di Morbegno Christian Borromini: «Questa è una giornata molto importante per le nostre tre province confinanti - ha detto -,  un esempio di buona amministrazione, perché questo risultato è stato raggiunto grazie alla determinazione e alla collaborazione. I progetti ci consentono di realizzare un collegamento ciclopedonale fra la montagna e il lago, superando le criticità che sin qui hanno impedito un’effettiva sinergia nella promozione di un’offerta turistica complessiva rivolta al resto d’Italia e all’estero». Il sottosegretario alla Montagna di Regione Lombardia Ugo Parolo, ringraziato da tutti per il lavoro svolto nella definizione del piano, ha evidenziato l’importanza della collaborazione invitando i rappresentanti istituzionali presenti ad avviare subito i progetti per completare un’infrastruttura strategica. «Quando i territori lavorano insieme ne escono più forti - ha aggiunto il presidente della Provincia Luca Della Bitta -. Con questo piano di interventi conseguiamo l’obiettivo fondamentale del collegamento delle piste ciclabili». Hanno espresso soddisfazione anche il presidente della Comunità Montana Valli del Lario e del Ceresio Mauro Robba, il presidente della Riserva del Pian di Spagna Gian Luigi Spreafico, i sindaci di Colico, Monica Gilardi, di Piantedo, Mirco Barini, e di Gera Lario, Vincenzo Del Re, il vicesindaco di Dubino Milco Barri, l’assessore al Turismo della Comunità Montana della Valsassina Giuseppe Malugani e l’amministratore delegato di Secam Gildo De Gianni.

Il programma di interventi è finanziato con 2,5 milioni di euro dalla Regione e per il restante milione dai partner: oltre alla Comunità Montana di Morbegno anche la Provincia di Sondrio, le Comunità Montane della Valchiavenna, delle Valli del Lario e del Ceresio, della Valsassina-Valvarrone-Val d’Esino e Riviera, dai Comuni di Colico, Gera Lario, Piantedo e Dubino, dalla Riserva del Pian di Spagna e dall’Autorità di Bacino del Lario e dei Laghi Minori. Sono cinque i progetti che verranno realizzati: il restauro del fabbricato nell’isola sull’Adda, che diventerà un servizi naturalistico, per 305 mila euro, la realizzazione del collegamento tra il Sentiero Valtellina e il Sentiero del Viandante, a Piantedo, per 300 mila euro e di aree attrezzate lungo le piste ciclopedonali per l’installazione di fontanelli per 145 mila euro. Per il completamento del collegamento intervallivo a Dubino, tra la località Casello sette e la statale Regina sono previsti 450 mila euro, mentre 2,3 milioni di euro serviranno per la costruzione di una passerella sull’Adda, tra Colico e Gera Lario, per collegare il Sentiero Valtellina con la Riserva del Pian di Spagna.

Per la Comunità Montana di Morbegno, che ha promosso l’intervento e coinvolto gli altri partner si realizza uno dei obiettivi principali: la valorizzazione delle piste ciclabili. «Al Sentiero Valtellina e agli altri percorsi abbiamo dedicato attenzione e risorse economiche - ha spiegato il vice presidente Giovanni De Pedrina - con l’intento di superare le criticità esistenti sia in termini di manutenzione che della realizzazione dei tratti mancanti, per migliorare la sicurezza e i servizi. Con questo piano di interventi completiamo il collegamento con l’alto lago di Como e il Sentiero del Viandante».

Un’offerta turistica che si completa per diventare ancora più attrattiva, ma che necessita di una promozione integrata. «Realizzare le infrastrutture è importante ma non sufficiente - ha concluso il presidente Borromini -, per questo motivo, coinvolgendo gli stessi partner abbiamo presentato come ente capofila un progetto Interreg denominato ‘Match-IT’, con una dotazione finanziaria di oltre tre milioni di euro, per definire un nuovo modello di sviluppo del territorio partendo dalla valorizzazione e dalla promozione delle nostre peculiarità, con l’obiettivo di attrarre i turisti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento