menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guardia di Finanza Sondrio, in un anno: 180 sequestri, 372.000 prodotti contraffatti, denunciate 21 persone e 74 sanzioni

Scoperta un'evasione da 71 milioni di euro

Nell’anno appena trascorso l’attività della Guardia di Finanza in provincia di Sondrio è stata orientata, in linea con gli indirizzi strategici nazionali, al contrasto all’evasione e alle frodi fiscali e realizzata sia attraverso un’azione tipica di una forza di polizia diretta ad individuare e reprimere i fenomeni illeciti più gravi e pericolosi, ma anche, in concreta attuazione degli strumenti normativi previsti, con un’azione amministrativa diretta a favorire la “compliance” da parte dei contribuenti.


L’azione sviluppata in aderenza alla funzione di polizia economico finanziaria ha invece comportato un forte impegno sul controllo della spesa pubblica, in particolare con riferimento ai contributi erogati dall’Unione Europea, e a tutela del mercato dei beni e servizi contrastando le condotte illecite di contraffazione e di immissione in commercio di prodotti non sicuri
Lo scorso anno, in particolare, nel corso delle operazioni “Trick Power”, “Fantacoop” e “Castelli di Carta” sono state individuate frodi fiscali con un’evasione complessiva all’imposizione diretta ed indiretta di oltre 71 milioni di euro e l’emissione di false fatturazioni per oltre 70 milioni di euro.
L’attività di contrasto all’evasione fiscale ed all’economia sommersa si è sviluppata attraverso l’esecuzione di 220 verifiche con la denuncia di 79 persone per dichiarazione fraudolenta (oltre 46 milioni di euro) infedele (oltre 11 milioni di euro) od omessa (oltre 47 milioni di euro), per emissione di fatture relative ad operazioni inesistenti (oltre 81 milioni di euro), occultamento o distruzione di documenti contabili. 42 gli evasori totalmente sconosciuti al fisco scoperti e 67 i lavoratori in nero e/o irregolari individuati (principalmente nei settori turistico alberghiero, bar – ristorazione, commercio al dettaglio ed edilizio).

Sul fonte della spesa pubblica sono stati controllati contributi per oltre 500 mila euro nel settore degli aiuti all’agricoltura, con l’individuazione di oltre 400 mila € di contributi indebitamente richiesti o percepiti. Anche con riguardo al settore del bilancio nazionale i controlli eseguiti hanno permesso di individuare oltre 175.000 di indennità di disoccupazione o di pensione indebitamente percepiti con 11 persone segnalate all’Autorità Giudiziaria.

L’attività anti contrabbando nel settore doganale, effettuata sia con la vigilanza fissa nell’ambito degli spazi doganali dei valichi di Piattamala, Villa di Chiavenna, Foscagno, e sia con l’impiego di pattuglie nelle strade a ridosso della linea di confine, ha portato all’effettuazione di oltre 180 sequestri di merce varia (high tech, capi di abbigliamento, orologi etc) di cui 59 Kg. di tabacchi di contrabbando e oltre 63.000 euro di tributi evasi.
La tutela del mercato e dei servizi, nel corso del 2016 ha visto l’effettuazione di 97 interventi svolti dinamicamente sul territorio ed ai valichi in entrata al territorio nazionale che hanno consentito di sequestrare oltre 372.000 pezzi di prodotti contraffatti o non sicuri, principalmente nel settore dell’abbigliamento e dei suoi accessori, con la denuncia all’A.G. di 21 persone e l’elevazione di 74 sanzioni amministrative.
Il controllo economico del territorio si è sostanziato con l’esecuzione di oltre 3000 controlli riguardanti singoli atti di gestione, rapporti tra clienti e fornitori, l’emissione di scontrini, ricevute e fatture, la circolazione delle merci su strada e l’identificazione di soggetti possessori di beni indicativi di capacità contributiva.

Il concorso fornito alle altre forze di polizia per il mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica è stato garantito attraverso l’esecuzione di 1000 turni di servizio di controllo del territorio variamente articolati e l’effettuazione di 50 interventi su richiesta nell’ambito del servizio di pubblica utilità “117”.

Sempre efficace si è dimostrata l’azione svolta in montagna dai soccorritori del SAGF di Bormio, Sondrio e Madesimo, che nel 2016 hanno portato a termine oltre 325 soccorsi con 276 persone recuperate oltre all’effettuazione di 29 informative all’Autorità Giudiziaria per altrettante attività di indagini di Polizia Giudiziaria eseguite.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lupi in Valtellina e Valchiavenna, è polemica

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento