rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Doppio infortunio

Giornata intensa per il soccorso alpino sulle montagne della Valtellina

Doppio intervento per altrettanti escursionisti vittime di cadute e che hanno riportato alcuni traumi

Due interventi consecutivi nella giornata di oggi, domenica 17 luglio, per la Stazione di Valmasino del Soccorso alpino. Il primo alle 10:35, lungo il sentiero Roma, per un uomo di Cantù del 1970 che ha riportato alcuni traumi, tra cui una probabile frattura mentre si trovava in fondo al Passo Cameraccio, a un'altitudine di circa 2700 metri. L'elisoccorso di Como di Areu - Agenzia regionale emergenza urgenza ha imbarcato un tecnico della Stazione, per individuare nel più breve tempo possibile il luogo esatto in cui si trovava l'infortunato e per integrare l'équipe dell'elisoccorso. Pronti a partire anche i militari del Sagf - Soccorso alpino Guardia di finanza. L'intervento è terminato alle 12:15, mentre l'uomo è stato trasportato in elicottero all'ospedale di Gravedona, dove è giunto in codice giallo, alle 12,31.

Era appena cominciato il primo soccorso quando è arrivato un allertamento per un alpinista lungo la via Gervasutti, Punta Allievi, a 2900 metri di quota. Era con altri due alpinisti, tutti provenienti dalla Valchiavenna, quando è caduto per una trentina di metri. Immediato l'allarme; la centrale ha mandato l'elicottero di Milano di Areu, che ha imbarcato un tecnico della Stazione per le operazioni di evacuazione delle persone coinvolte; anche in questo caso, i soccorritori del Sagf erano già pronti a partire per garantire supporto alle operazioni. L'uomo ha riportato la sospetta frattura di una caviglia, è stato raggiunto, valutato e portato in ospedale. L'intervento è finito poco prima delle 14:00, mentre l'alpinista, un uomo di 38 anni, è arrivato all'ospedale di Sondrio in codice rosso, quello di massima gravità, pochi minuti dopo le 13.

soccorso alpino 2-5-5

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata intensa per il soccorso alpino sulle montagne della Valtellina

SondrioToday è in caricamento