rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Minacciava l'ordine e la sicurezza pubblica: 24enne egiziano espulso

Il giovane da tempo rappresentava un grave problema di ordine e sicurezza pubblica, tanto da incutere serio timore nella cittadinanza

Nella giornata di ieri, lunedì 27 maggio, il personale della Questura di Sondrio ha eseguito l'espulsione di un cittadino egiziano di 24 anni. L'uomo, richiedente asilo, è stato accompagnato al Centro di Permanenza per i Rimpatri (C.P.R.) di Gradisca di Isonzo, in provincia di Gorizia.

Il giovane era noto alle forze dell'ordine perchè da tempo rappresentava una costante minaccia all'ordine e alla sicurezza pubblica. Numerosi cittadini avevano espresso preoccupazioni e paura a causa del suo comportamento, tanto da spingere le autorità a intervenire più volte. Il ventiquattrenne era stato ripetutamente denunciato per una serie di reati tra cui minacce, disturbo della quiete pubblica, atti persecutori, molestie e resistenza a pubblico ufficiale.

L'Ufficio Immigrazione della Questura di Sondrio, consapevole della gravità della situazione, ha richiesto un'audizione urgente presso la Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale di Milano. Dopo un'attenta valutazione, la Commissione ha stabilito che la richiesta di protezione internazionale avanzata dal giovane era infondata.

A seguito di questa decisione, la permanenza dell'egiziano sul territorio nazionale è diventata irregolare. Pertanto, il Prefetto di Sondrio ha emesso un decreto di espulsione, prontamente eseguito dal Questore di Sondrio. Il 24enne è stato trasferito in Friuli, dove resterà fino a quando la sua identità sarà completamente verificata, consentendo così l'esecuzione definitiva del provvedimento di espulsione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacciava l'ordine e la sicurezza pubblica: 24enne egiziano espulso

SondrioToday è in caricamento