menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Altri due casi di Coronavirus a Talamona

A comunicarlo Fabrizio Trivella, sindaco di Talamona

Sono altri due i casi di COVID-19 registrati nel territorio comunale di Talamona. A comunicarlo nella serata di oggi, domenica 15 marzo, attraverso i social il sindaco Fabrizio Trivella. 

«Cari concittadini - scrive Fabrizio Trivella - come anticipato nei giorni scorsi la situazione emergenziale che stiamo vivendo è in continua evoluzione con uno scenario futuro attualmente imprevedibile. Percepisco e comprendo il sentimento di chi tra voi vorrebbe informazioni più tempestive, ma la mia priorità in questo momento è quella di dare informazioni corrette, provenienti quindi da fonte certa e per quanto possibile ufficiale». 

«Devo purtroppo comunicare che - continua il sindaco - sono oggi emersi altri due casi positivi sul comune di Talamona, nostri concittadini che hanno contratto il Coronavirus e che sono attualmente ricoverati presso l'ospedale di Gravedona in condizioni gravi ma stabili. Cosciente della gravità della situazione, mi preme rassicurare la popolazione che le procedure di prevenzione sono state immediatamente messe in atto da parte dei medici di ATS e il sottoscritto, con la collaborazione dei medici di base coi quali sono costantemente in contatto, ha agito per individuare e prevenire eventuali situazioni che potrebbero comportare il rischio di ulteriori infezioni». 

«Ricordo a tutti che, al momento, l'unico modo efficace per contenere questa epidemia è quello di prevenire la diffusione del virus, attuando in maniera concreta, nel comportamento quotidiano, le precauzioni igieniche già comunicate e, soprattutto, stare a casa per evitare contatti». 

«Intendo infine informare - conclude il primo cittadino di Talamona - che la salma del nostro concittadino defunto trovato positivo al Coronavirus sarà inumata domani presso il cimitero di Talamona, con cerimonia ristretta, nel rispetto delle stringenti norme di igiene in vigore per l'emergenza sanitaria in corso. Rinnovando la mia disponibilità e il mio impegno per la tutela della salute pubblica, rimango a disposizione secondo i canali consueti per chi avesse bisogno di chiarimenti urgenti. Confido nella comprensione e collaborazione di tutti». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Chiuro in lutto, il covid si è preso don Attilio Bianchi

Attualità

Bambini, apre a Sondrio il negozio di giocattoli "Città del sole"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento