Droga sugli sci: ancora guai per il padre già fermato al Palù

L'uomo, già individuato a febbraio dai Carabinieri, ha dichiarato di aver imparato la lezione. Per questo ha consumato la sostanza stupefacente prima di iniziare la giornata

Foto archivio

Neanche un mese dopo esser stato fermato e segnalato per uso di sostanze stupefacenti sulle piste da sci un uomo, padre di famiglia, è stato nuovamente individuato dai cani antidroga, sempre nel comprensorio sciistico del Palù, in Chiesa Valmalenco.

L’uomo, nonostante l’esperienza passata, è stato indicato dall’olfatto di Grinder e Grom, i cani dei Carabinieri Cinofili di Orio Al Serio (Bergamo). Interpellato dai militari, il padre ha confessato di aver fatto nuovamente uso di sostanze stupefacenti ma, dopo quanto accaduto il 6 febbraio scorso, di aver imparato la lezione, tanto da aver consumato la droga prima di recarsi sulle piste con la famiglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In sole tre ore di attività sono stata segnalate numerose persone, dieci delle quali sono state trovate in possesso di sostanza stupefacente e quindi segnalate come assuntori alle Prefetture di competenza. Tra i segnalati, tutti maggiorenne, qualche milanese e qualche belga. I Carabinieri hanno concluso l’attività togliendo dalle piste 22 grammi di hashish, 2 di marijuana e 16 spinelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Lombardia in arrivo più restrizioni: stop a sport amatoriali e lezioni a distanza alle superiori

  • Coronavirus, focolaio tra medici ed infermieri del Morelli di Sondalo dopo una festa tra colleghi

  • Coronavirus a scuola, tre nuove classi (con le insegnanti) in isolamento a Livigno

  • Coronavirus, l'allarme dei medici e infermieri: «Se arriva la seconda ondata, la Lombardia non è pronta»

  • Coronavirus, ecco la nuova ordinanza di Regione Lombardia: più limitazioni per i bar e stop allo sport di contatto

  • Maxi truffa da 100mila euro, nei guai azienda agricola del Sondriese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento