Detenuto cerca di portare droga dentro il carcere di Sondrio, scoperto dalla polizia

L'uomo era addetto alla pulizia della casa circondariale. Si cerca il complice all'esterno

Più che un venerdì 13 fortunato per un detenuto del carcere di Sondrio, è stato un venerdì nero. La polizia penitenziaria in servizio alla casa circondariale della città, coordinata dall’Ispettore Massimiliano Fusco, ha infatti sventato il tentativo di introdurre sostanze stupefacenti. Il detenuto addetto alle pulizie è stato sorpreso mentre tentava di portare all’interno la droga.

Nella pratica il detenuto, addetto alla pulizia anche degli ambienti esterni alle celle, si faceva lasciare degli involucri di sostanza proibite sul davanzale di una finestra. Durante il giro di pulizie raccoglieva la droga e la portava, celata tra il materiale, all'interno del braccio.

«Tale operazione trova origine da una attenta osservazione iniziata dalla polizia penitenziaria già da alcuni giorni nei confronti del detenuto in questione – spiega l’Ispettore Massimiliano Fusco – Con molta probabilità il soggetto si è avvalso della collaborazione di una terza persona esterna la quale, al momento, rimane sconosciuta, ma per la quale sono già in corso ulteriori verifiche».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ponte in lutto per la morte della giovane Teresa

  • Nuova Olonio, sradicano il bancomat nella notte: ladri in fuga

  • Coronavirus, firmato il decreto legge che "blinda" Natale e Capodanno

  • Da domenica la Lombardia diventa zona arancione: la conferma del Governo

  • Arriva l'inverno in Valtellina e Valchiavenna: previste le prime nevicate

  • Nonna Maria, la valtellinese di ferro: a 101 anni ha sconfitto due volte il covid (e la Spagnola)

Torna su
SondrioToday è in caricamento