Aprica, esce in cerca di funghi e non torna a casa: portata in salvo dopo ore di angoscia

Cinquanta i soccorritori impegnati nella ricerca di una donna, residente nel milanese, che si era fratturata una caviglia

Ritrovata ferita ma viva la donna di 53 anni dispersa ieri nella zona di Aprica. La donna, residente nel Milanese, era uscita in mattinata in cerca di funghi, in una zona che conosce abbastanza bene. Scendendo ha però preso un sentiero secondario, verso la Val Belviso. È caduta, si è fratturata una caviglia e si è ferita a un ginocchio. I familiari hanno chiesto aiuto per il mancato rientro e sono partite le ricerche. La centrale operativa di AREU ha attivato i soccorsi, impegnati il Cnsas, VII Delegazione Valtellina - Valchiavenna, il Sagf - Soccorso alpino Guardia di finanza, i Carabinieri, i Vigili del fuoco e la Protezione civile. La donna non era rintracciabile attraverso il telefono. Le ricerche sono state quindi più complesse, al buio, sotto la pioggia. Una cinquantina i soccorritori impegnati. In tarda serata, dopo una serie di valutazioni, sono riusciti a trovarla e a evitare che passasse la notte all’aperto e con una situazione meteorologica sfavorevole. La donna è stata ritrovata, valutata e portata in ospedale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Quando si esce per un’escursione o in cerca di funghi - spiegano dal Soccorso Alpino - è sempre opportuno indicare a qualcuno dove si ha intenzione di andare e non discostarsi troppo dall’itinerario; in questo modo, le eventuali ricerche possono concentrarsi su aree più ristrette, con un grande risparmio di tempo e risorse. Attraverso uno smartphone spesso è possibile inviare la propria posizione. Calzature adatte con una buona presa sul terreno e un equipaggiamento completo e funzionale sono altri elementi di grande aiuto. Per altri suggerimenti, visitate il sito sicurinmontagna.it.».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga, arrestati quattro insospettabili

  • Ecco l'autunno: freddo, neve e grandine in provincia di Sondrio

  • Coronavirus a scuola, una nuova classe in quarantena a Valfurva

  • Coronavirus, nuovo caso all'Alberti di Bormio: un'altra classe in quarantena

  • Coronavirus, al Morelli ricoverati sopratutto anziani delle case di riposo

  • Bambina di 7 anni urtata da un trattore: ricoverata all'ospedale di Bergamo in gravi condizioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento