rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca

Accusato anche di truffa il titolare della Work Safety

Ennesimi guai per Andrea Taurino dopo una vendita fraudolenta di tamponi covid-19. L'ordine di detenzione domiciliare eseguito dalla polizia

Si allunga la lista dei reati contestati all'imprenditore sondriese Andrea Taurino. A poche ore dall'annuncio, da parte della guardia di finanza, di una denuncia per evasione fiscale, con il conseguente sequestro di 1,6 milioni di euro di beni, il titolare della Work Safety è stato raggiunto da una nuova misura di fermo.

Nel pomeriggio del 17 gennaio 2024, infatti, la Squadra Mobile della Questura di Sondrio, coordinata dal commissario capo Niccolò Battisti, ha applicato nei suoi confronti la misura della detenzione domiciliare. Taurino nei mesi scorsi si era reso responsabile di una serie di truffe aggravate aventi ad oggetto l’acquisto di tamponi covid-19 del valore di 108mila euro.

Il 50enne stava già scontando delle pene definitive pregresse con la "messa alla prova". La Procura, visti anche gli ultimi episodi, tra cui l'accusa di essere il mandante dell'incendio appiccato nel capannone della ditta da lui stesso gestita, ha così deciso per la detenzione domiciliare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato anche di truffa il titolare della Work Safety

SondrioToday è in caricamento