rotate-mobile
il fatto

Ubriaco, molesto e violento: daspo Willy per un sondriese

L'episodio nel giugno scorso in un locale del centro storico di Sondrio

Un nuovo "Daspo Willy" è stato emesso dal questore della provincia di Sondrio Angelo Giuseppe Re. Ad esser raggiunto dalla misura cautelare di "divieto di accesso a locali pubblici o aperto al pubblico e ad esercizi pubblici" un 38enne del capoluogo.

L'uomo, S.T. le sue iniziali, alla fine del giugno scorso, si era recato presso il locale “Tipico Vineria” in centro a Sondrio in evidente stato di ubriachezza, creando disturbo e molestie ai presenti. Nonostante i ripetuti inviti ad uscire dal locale da parte del titolare, il sondriese si era rifiutato di allontanarsi, proseguendo nel suo atteggiamento molesto. In quell'occasione l'alterato aveva anche spaccato a terra un bicchiere di vetro "rubato" da un tavolino.

Atteggiamenti decisamente fuori luogo tanto che era scattata la segnalazione all’autorità giudiziaria. L’attività di accertamento svolta dalla divisione polizia anticrimine ha permesso di verificare che il soggetto, oltre a numerosi precedenti di polizia, era già stato segnalato e sanzionato per ben 7 volte in quanto colto in stato di ubriachezza in luogo pubblico o aperto al pubblico.

Daspo Willy

Il divieto di accedere al locale pubblico del centro cittadino, nonché di stazionare nelle immediate adiacenze, è stato emesso per la durata di un anno. La violazione della prescrizione, come spiegato dalla polizia di stato, è punita con la reclusione da sei mesi a due anni ed una multa da 8.000 a 20.000 euro. In caso di reiterate condotte simili è previsto l'aggravamento della misura con prescrizioni ancora più stringenti per il destinatario o ampliamento dei locali a cui il soggetto non potrà accedere.

"Le misure interdittive all’accesso di locali pubblici e frequentazione delle immediate vicinanze, come per esempio bar, disco-bar discoteche, hanno la finalità di evitare la frequentazione a soggetti che abbiano già dimostrato condotte violente e che, considerando anche la ripresa di suddette attività ricreative, rappresentano un pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica. Le ultime novità legislative che permettono al Questore di emettere provvedimenti anticipatori e preventivi rispetto ad episodi di violenza, connessi alla “malamovida” che consentono allontanare soggetti che hanno già evidenziato comportamenti aggressivi e violenti. Tali misure sono finalizzate a garantire a tutti coloro che vogliono divertirsi di farlo in modo sereno e sicuro", si legge in una nota del questore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco, molesto e violento: daspo Willy per un sondriese

SondrioToday è in caricamento