menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Servizio idrico: "l’Ufficio d’Ambito,Provincia e SECAM, continuano imperterriti a vessare i consumatori"

Parole dure arrivano dal Comitato Coordinamento Acqua Pubblica della provincia di Sondrio

Riportiamo qui di seguito il comunicato stampa integrale del "Comitato Coordinamento Acqua Pubblica della Provincia di Sondrio" in vista della seduta del Consigli Provinciale prevista per il 28 aprile.

"Tra i punti all’ordine del giorno del Consiglio Provinciale del 28 aprile 2017, c’è anche l’approvazione del nuovo piano d’ambito per il Servizio Idrico Integrato della Provincia di Sondrio.

L’Ufficio d’Ambito, insieme alla Provincia di Sondrio ed a SECAM Spa, continuano quindi imperterriti a vessare gli utenti/consumatori della provincia di Sondrio. Se da una parte, finalmente, viene introdotto il concetto di scaglioni/fasce di consumo, dall’altro si mettono ulteriormente in atto misure incomprensibili come quella che prevede per gli utenti che non dispongono di contatore, un addebito forfettario di 285 metri cubi di consumo annuo senza neppure lo sforzo di distinguere tra prime e seconde case.

Annunciamo quindi che diventa indispensabile proseguire con la Class Action Pubblica che, dopo la diffida presentata il 13 settembre 2016, prevede ora il ricorso al TAR. Organizzeremo presto una conferenza stampa per illustrare l’iniziativa.

Ma corre anche l’obbligo di evidenziare che, a fronte di una quindicina di Sindaci che hanno cominciato a fare opposizione a questo inspiegabile modo di operare, la maggioranza dei nostri Primi cittadini non ha ritenuto di dire o fare alcunchè, approvando, con ampia maggioranza il Piano d’ambito 2016/2019.

Se in un primo tempo abbiamo difeso la posizione dei Sindaci che, per la fretta, per la  malposta fiducia in enti sovraordinati,  o per altri motivi, non erano stati posti nella condizione di comprendere appieno i contenuti del piano d’ambito 2014/2016, ora dobbiamo evidenziare che la maggior parte dei sindaci non ha più scusanti.   Tutti sono stati messi al corrente, anche per l’azione di informazione del Coordinamento Acqua Pubblica della Provincia di Sondrio, sulle questioni che non andavano bene nel vecchio piano e avrebbero quindi dovuto essere più cauti nell’approvazione del nuovo piano.

I cittadini sono quindi autorizzati a rivolgersi al proprio sindaco ed a chiedere conto di come ha votato nella conferenza dei Sindaci del  22.03.2017.

Vedremo anche come voteranno gli amministratori del consiglio provinciale di Sondrio del 28.04.2017 al quale invitiamo la popolazione a partecipare numerosa.

Il Comitato COORDINAMENTO ACQUA PUBBLICA DELLA PROVINCIA DI SONDRIO"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Chiuro in lutto, il covid si è preso don Attilio Bianchi

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Lupi in Valtellina e Valchiavenna, è polemica

  • Incidenti stradali

    Traona, rocambolesco incidente sulla Valeriana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento