rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Contestata anche l'evasione fiscale

Alcol di contrabbando: nei guai un uomo residente a Sondrio

Le indagini sono state condotte dagli uomini della Guardia di Finanza su "imbeccata" della Procura della Repubblica di Benevento

E' finito nei guai per contrabbando di alcol un cittadino polacco residente a Sondrio: nella giornata di ieri, proprio l'uomo che vive in Valtellina e un cittadino italiano residente in San Lorenzello, località in provincia di Benevento, come riportano i colleghi di FoggiaToday, sono stati oggetto di un decreto di sequestro preventivo per oltre 750 mila euro.

I due uomini sono accusati di plurimi reati di sottrazione di alcol etilico all’accertamento e al pagamento delle accise dovute per un valore corrispondente proprio a 750 mila euro.

Le indagini hanno preso avvio a seguito di un sequestro di circa 46.000 litri di alcol etilico operato, nel mese di aprile del 2021, in Faicchio (BN) da militari della Tenenza di Solopaca, allorquando venivano trovate, presso un casolare, diverse persone intente ad effettuare operazioni di carico di cubi da 1.000 litri contenenti alcole etilico a bordo di un autocarro, in assenza di documentazione contabile ed amministrativa relativa alle operazioni commerciali in corso di svolgimento.

Nell’occasione, presso il laboratorio clandestino, sono stati sequestrati anche prodotti chimici per la decolorazione dell’alcol e strumenti per il travaso. Le successive attività investigative, condotte anche attraverso intercettazioni telefoniche, analisi dei dispositivi informatici e telematici in uso ad alcuni degli indagati e servizi di osservazione e pedinamento, hanno consentito di disvelare un diffuso fenomeno di introduzione illegale in Italia di alcole etilico da paesi esteri; in particolare, gli inquirenti hanno accertato che il prodotto proveniva da paesi dell’Est Europa, opportunamente additivato, e, una volta giunto in Italia, veniva sottoposto a processi di decolorazione e confezionamento presso laboratori specificamente allestiti, per poi essere reimmesso in circolazione con elusione dei controlli previsti in materia di alcole e bevande alcoliche.

Nel corso delle indagini, nel mese di febbraio del 2022, venne monitorata la consegna di alcole etilico di contrabbando fino al porto di Brindisi, con pagamento del corrispettivo in contanti, parte del quale, pari ad 37.100 euro, venne trovato nella disponibilità delle persone che avevano scortato il prodotto e sottoposto a sequestro da militari della Tenenza GdF di Mola di Bari; nel marzo del 2022, invece, i militari della Tenenza GdF di Solopaca effettuarono un ulteriore sequestro di circa 20.000 litri di alcol etilico privo di adeguata documentazione fiscale di accompagnamento a Pagani (SA), dopo averne monitorato il prelievo, mediante un autocarro, dall’interno di un capannone ubicato, stavolta, in Paupisi (BN); a distanza di alcune settimane, poi, i militari della Tenenza GdF di Solopaca intervennero anche all’interno di tale capannone industriale di Paupisi, sequestrando altri 7mila circa di alcol etilico di contrabbando, oltre, anche in questo caso, a prodotti chimici per la decolorazione e strumenti per il filtraggio del liquido.

All’esito di specifici esami, inoltre, è emerso che il liquido sequestrato nelle operazioni di Pagani e Paupisi conteneva anche tracce di alcol ter-butilico, sostanza autorizzata per la denaturazione dell’alcol etilico destinato alla fabbricazione di profumerie e prodotti cosmetici e, dunque, nociva in caso di consumo alimentare. Dall’analisi dei dispositivi informatici e telematici pure sequestrati nel corso delle indagini, peraltro, è emerso come i due indagati destinatari del decreto collaborassero fin dall’anno 2020. Sulla base degli elementi raccolti nel corso delle indagini, il Gip del tribunale di Benevento, accogliendo parzialmente le richieste della Procura, ha disposto il sequestro preventivo della somma corrispondente all’importo delle accise evase in occasione di diversi episodi ricostruiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alcol di contrabbando: nei guai un uomo residente a Sondrio

SondrioToday è in caricamento