Altro caso di contagio di coronavirus a Sondrio. Il sindaco: «Le misure restrittive imposte sono necessarie, rispettiamole»

Dal primo cittadino l'invito a scaricare su tutti gli smartphone l'App "Vivi Sondrio" per ricevere gli avvisi importanti in tempo reale

Anche Sondrio è mobilitata nel combattere il coronavirus. È il sindaco stesso Marco Scaramellini ad affermarlo con una nota stampa. Un messaggio diretto ai cittadini per fare il punto della situazione, annunciare il secondo caso di contagio acclarato in città e, soprattutto, richiedere che si rispettino le norme igienico-sanitare imposte dal Governo per far fronte all'emergenza covid-19.

Ecco di seguito le parole del sindaco del capoluogo, Marco Scaramellini: 

A Sondrio è stato riscontrato un caso di coronavirus: ne abbiamo avuto conferma nella tarda serata di ieri (il secondo nel capoluogo, ndr). Sono stati immediatamente attivati i protocolli previsti: l'augurio è che si possa riprendere al più presto. La notizia non deve sorprendere né allarmare ma rafforza in noi la convinzione che le misure restrittive imposte sono necessarie.

La situazione in città e nel resto della provincia è ancora sotto controllo, i numeri sono contenuti se paragonati a quelli di altre zone della Lombardia, ma dobbiamo impegnarci tutti affinché non si aggravi. 

La limitazione delle nostre libertà personali è un provvedimento estremo ma necessario perché drammatica è la situazione che stiamo vivendo. Non possiamo permetterci leggerezze né superficialità: atteniamoci alle regole, poche e chiare, adottiamo i comportamenti consigliati.

Dobbiamo fermare il contagio per evitare il collasso del sistema sanitario che già ora fatica ad accogliere tutti i malati che necessitano di terapia intensiva.

Ricordo che sono consentiti gli spostamenti necessari per raggiungere il posto di lavoro, per fare la spesa o per cure mediche, per tutto il resto l'indicazione è di rimanere in casa e di evitare il contatto con persone al di fuori della propria cerchia familiare, di mantenersi ad una distanza di almeno un metro e di lavarsi accuratamente le mani.

Proteggiamo le persone deboli, gli anziani e chi soffre di altre patologie, tenendoli in casa e garantendo loro l'aiuto di cui necessitano. 

Come Comune garantiamo un'informazione puntuale attraverso il sito internet e la App "Vivi Sondrio" che si può scaricare gratuitamente: attivando le notifiche si riceveranno gli avvisi in automatico. Ricordo il numero verde 800-065510, attivo 24 ore su 24, per informazioni e supporto: le chiamate provenienti dal nostro territorio vengono trasferite alla Croce Rossa locale che interviene con volontari e mezzi in collaborazione con il Comune.

Con l'impegno di tutti, soltanto in questo modo potremo fermare la diffusione del virus. Conto su di voi.

Marco Scaramellini
sindaco di Sondrio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano e Lombardia, ecco l'elenco delle attività e dei negozi aperti e quelli chiusi in zona rossa

  • Ritrovata senza vita nell'Adda la donna di Buglio in Monte scomparsa domenica

  • Sondrio in lutto per la morte di Stefania Barcio

  • Covid, un nuovo focolaio nel reparto di Neurologia dell'ospedale di Sondrio

  • Tir carico di fieno prende fuoco in strada, attimi di panico sulla nuova SS38. Traffico deviato

  • Corruzione e truffa aggravata, nei guai ex primario del Morelli di Sondalo

Torna su
SondrioToday è in caricamento