rotate-mobile
Missione compiuta

Consegnati, al confine con Romania e Polonia, gli aiuti per i profughi della guerra in Ucraina

ieri pomeriggio la missione umanitaria, di cui fa parte la sondalina Giovanna Muscetti, ha raggiunto Sighetu Marmatiei, località di confine tra Romania e Ucraina

Nel tardo pomeriggio di ieri, dopo un viaggio con qualche imprevisto di troppo, la missione della Pubblica assistenza Fornacette è arrivata a Sighetu Marmatiei dove sono state consegnate le donazioni dei cittadini e delle imprese di Valtellina e Valchiavenna, destinate ai profughi che fuggono dal conflitto in Ucraina, alla Fondazione Onlus Solomon guidata da Mihai Pricop-Bogdan e alla Caritas gestita da Dunca Gheorghe e Meddy.

profughi 2-2-4

L'iniziativa

Della missione ha fatto parte la sondalina Giovanna Muscetti che ha organizzato una raccolta di beni di prima necessità per i profughi ucraini con il sostegno di altri volontari e alcune amministrazioni comunali dell'Alta Valle che ha letteralmente superato ogni più rosea aspettativa.

Le donazioni, infatti, hanno permesso di caricare addirittura otto camion che, prima, grazie alla generosità di Matteo De Campo e del Gruppo Maganetti hanno raggiunto Pisa, sede della Pubblica assistenza Fornacette e poi, hanno affrontato il viaggio verso le città di confine con l'Ucraina in Polonia (Myslowice) e Romania (Sighetu Marmatiei) dove sono giunte per l'appunto nelle ultime ore e costituiranno un grande aiuto per tutti coloro che hanno dovuto abbandonare la loro città e la loro casa e scappano dalla guerra 

Esperienza forte

"Questa missione umanitaria è stata per me una missione molto forte dal punto di vista emotivo soprattutto perché ho potuto raggiungere il confine con l’Ucraina, parlare con alcuni rifugiati e confrontarmi con coloro che i profughi li aiutano veramente con fatti concreti e non proclami. - ha raccontato Giovanna Muscetti - Da questa esperienza porto a casa nuove convinzioni e sogni da realizzare. Non smetterò di ringraziare ad uno ad uno tutti voi perché grazie alle vostre donazioni abbiamo potuto aiutare, ed aiuteremo con i prossimi invii, un popolo dignitoso in fuga dall’orrore della guerra".

profughi-3

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consegnati, al confine con Romania e Polonia, gli aiuti per i profughi della guerra in Ucraina

SondrioToday è in caricamento