rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Il trasferimento / Chiesa in Valmalenco

Nessun lieto fine per Bambi: il cervo è stato trasferito a Dazio

Nonostante la mobilitazione del web e non solo ieri mattina l'animale è stato portato via dalla stalla di Giovanni Del Zoppo, in Valmalenco, ed è stato portato in una struttura idonea ad accoglierlo

Le regole parlavano chiaro e nemmeno la mobilitazione popolare, con una raccolta fondi lanciata dalla pagina Facebook "Sei della Valmalenco se..", è riuscita a evitare che il cervo Bambi venisse portato via dalla stalla della Valmalenco, dove era stato accolto due anni fa da Giovanni Del Zoppo, e portato in una struttura attrezzata a Dazio, che ospita già altri animali selvatici ed è idonea proprio ad accoglierlo.

E' successo ieri mattina, quando alcuni uomini e tecnici della Polizia provinciale si sono recati in Valmalenco e hanno portato via Bambi, tra il comprensibile sconforto di Giovanni Del Zoppo che aveva trovato il cerbiatto in un bosco due anni fa e poi lo aveva accudito e cresciuto, fino a ieri, in una stalla dell'azienda agricola della figlia. 

Le motivazioni

Più del cuore e della commozione che la storia di Bambi ha fatto nascere in tutta Italia, hanno potuto le "fredde" norme, secondo cui un esemplare di animale selvatico come Bambi non può essere ospitato in una casa o struttura privata, ma solo in luoghi autorizzati e idonei ad accoglierlo.

Inoltre, a preoccupare era il fatto che proprio Bambi tra poche settimane vivrà il suo primo periodo di bramito e potrebbe dunque diventare pericoloso proprio per le stesse persone che, sin qui, lo hanno amorevolmente accudito.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessun lieto fine per Bambi: il cervo è stato trasferito a Dazio

SondrioToday è in caricamento