Cerva e cerbiatto abbagliati con l'auto e uccisi vicino alle case: denunciati due cacciatori a Livigno

Il cucciolo trovato ancora caldo e sanguinante nel bagagliaio del fuoristrada dei due

Immagine d'archivio

Nei giorni scorsi i carabinieri di Livigno, coadiuvati dagli agenti della polizia provinciale, hanno denunciato all'autorità compentente due cacciatori, sorpresi di notte con il cadavere di un cerbiatto nel bagagliaio.

Nello specifico l’operazione ha portato al fermo di un’automobile, con a bordo i due cacciatori ed il piccolo cerbiatto da poco abbattuto, ancora caldo e sanguinante. Ai due è stato inoltre contestato il fatto di aver abbattuto il cucciolo e sua madre dopo esser stati illuminati ed abbagliati coi fari della propria automobile, sparando, per di più, dalla pubblica via in prossimità di alcune abitazioni.

Ai rilievi sulle carcasse degli ungulati ha provveduto il veterinario dell'Ats della Montagna, appositamente allertato la notte stessa. Determinante, per il successo dell’operazione si è rilevato anche l'apporto del conduttore di un cane da traccia, arrivato sul posto dalla vicina provincia di Brescia, con il quale si è riusciti a scovare i reperti sul terreno e a rinvenire anche la carcassa di una cerva allattante, madre del cerbiatto caricato sul fuoristrada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ponte in lutto per la morte della giovane Teresa

  • Coronavirus, firmato il decreto legge che "blinda" Natale e Capodanno

  • Nuova Olonio, sradicano il bancomat nella notte: ladri in fuga

  • Da domenica la Lombardia diventa zona arancione: la conferma del Governo

  • Arriva l'inverno in Valtellina e Valchiavenna: previste le prime nevicate

  • Nonna Maria, la valtellinese di ferro: a 101 anni ha sconfitto due volte il covid (e la Spagnola)

Torna su
SondrioToday è in caricamento