Cade per 5 metri mentre fa arrampicata sportiva: grave 30enne a Sondrio

Il giovane arrampicatore sondriese si trovava insieme a due amici alla Sassella, la palestra di roccia del capoluogo, quando è rovinato a terra picchiando la testa

Un sondriese di 30 anni è stato soccorso dopo esser rovinato a terra per 5 metri mentre stava arrampicando. Il giovane, classe 1989, era in compagnia di due amici presso la palestra di arrampicata sportiva di Sondrio, in località Sassella, quando, per cause ancora da accertare, è caduto da un'altezza ragguardevole, picchiando con vigore la testa al suolo.

Subito sul luogo dell'incidente, avvenuto attorno alle 15,30 di giovedì 30 maggio, sono accorsi il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, il 118 e i Carabinieri di Sondrio.

Lo sfortunato è stato trasportato in ambulanza presso l'Ospedale Civile di Sondrio dove ora si trova ricoverato in prognosi riservata. Su quanto accaduto stanno indagando i Carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovata senza vita nell'Adda la donna di Buglio in Monte scomparsa domenica

  • Sondrio in lutto per la morte di Stefania Barcio

  • Fusine, si cerca nell'Adda una 50enne scomparsa da casa

  • Ore di apprensione a Chiavenna: si cerca la signora Paolina

  • In auto con la droga insieme al loro neonato di 5 mesi: denunciati due giovani di Sondalo

  • Corruzione e truffa aggravata, nei guai ex primario del Morelli di Sondalo

Torna su
SondrioToday è in caricamento