menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'agente ferito a Mantello rincorreva tre spacciatori poi arrestati

Il poliziotto era caduto da un muretto alto 3 metri mentre cercava di fermare i malviventi sospettati di aver ceduto sostanze proibite ad oltre 130 maggiorenni. Continuano le operazioni antidroga nei boschi del morbegnese

Si fanno più chiari i contorni della vicenda che aveva visto un poliziotto della Questura di Sondrio ferirsi precipitando da un muretto nel territorio comunale di Mantello, venerdì 15 marzo scorso. È emerso, infatti, che l'agente della Squadra Mobile stesse compiendo l'ennesima azione antidroga (eroina e cocaina sopratutto) nei boschi del morbegnese quando tre spacciatori, tutti di origine marocchina, tentavano di scappare, forzando il blocco della Polizia. 

Proprio durante il tentativo di bloccare i sospettati il poliziotto avrebbe perso l'equilibrio cadendo da un muretto non lontano da via alla Chiesa, riportando una frattura ad una gamba. Nonostante l'infortunio, i malviventi sono stati bloccati e nella giornata di lunedì 18 marzo 2019 si è tenuta l’udienza di convalida degli arresti. Per tutti, (A.E.H., A.E.J. e H.M. le loro iniziali) si contesta spaccio di stupefacenti olter che resistenza a pubblico ufficiale.

Inoltre, nei giorni scorsi, nei boschi di Mantello e Andalo Valtellino erano stati arrestati, durante due operazioni distinte, nove giovani di origine marocchina accusati, anche loro, di spaccio di sostanze stupefacenti. La Polizia contesta a tutti i fermati centinaia di cessioni ad oltre 130 clienti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, cosa riapre dal 26 aprile e cos'è la zona gialla rinforzata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento