menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forze fresche per gli ospedali valtellinesi: assunte 27 persone

Indetti anche due concorsi per assumere 40 infermieri e 15 operatori socio sanitari

Dopo sei anni, sblocco delle assunzioni nel settore amministrativo di Asst ValtLario

E’ dal 2011 che gli uffici amministrativi dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Valtellina e Alto Lario attendevano di essere potenziati attraverso l’assunzione di nuovo personale amministrativo e, in questa fase delicata di attuazione della legge di evoluzione del sistema socio sanitario lombardo, i rinforzi non potevano più aspettare. Per questo, la direzione strategica di Asst ValtLario, col supporto tecnico del settore Risorse Umane, diretto da Emanuela Tanzi, responsabile del Dipartimento amministrativo, ha deciso di assumere 27 nuove unità di personale amministrativo: 24 attraverso procedura pubblica di selezione per il ruolo di assistente amministrativo (categoria C) a tempo determinato e 3 unità di coadiutori amministrativi (categoria B) a tempo indeterminato individuati utilizzando le liste di collocamento. Questa iniezione di risorse, principalmente giovani leve residenti in Valtellina, non poteva più attendere, essendo indispensabile qualificare ulteriormente l’Azienda anche con riguardo ai profili amministrativi, per supportare gli uffici nella gestione ordinaria e, ancor più, per far fronte ai nuovi assetti organizzativi introdotti dalla legge di evoluzione del sistema socio sanitario lombardo.

Panizzoli: ""E’ molto importante per l’Azienda l’introduzione di nuovo personale amministrativo in un settore fermo, rispetto alle assunzioni, da qualche anno"

"E’ molto importante per l’Azienda l’introduzione di nuovo personale amministrativo in un settore fermo, rispetto alle assunzioni, da qualche anno - sottolinea Giusy Panizzoli, Direttore Generale di Asst ValtLario - ma, al contempo, fortemente coinvolto, al pari dei clinici, dalle novità normative e organizzative prodotte dalla riforma sul territorio della nostra ASST. Occorre, infatti, riservare attenzione non solo al personale sanitario ma anche alla componente amministrativa, parimenti importante per il buon funzionamento di un’organizzazione complessa come un’Azienda sanitaria. Pertanto la nostra attenzione è stata rivolta anche al personale dei servizi amministrativi e tecnici, ospedalieri e territoriali, con l’obiettivo di garantire sempre più efficienza all’operato dell’Azienda".

Iacomino: ""Il personale amministrativo neoassunto andrà a supportare i settori dell’Azienda che più necessitano di risorse aggiuntive"

"Il personale amministrativo neoassunto andrà a supportare i settori dell’Azienda che più necessitano di risorse aggiuntive – spiega Carlo Maria Iacomino, Direttore Amministrativo di Asst ValtLario - così da creare condizioni ottimali per dar corso a tutte le novità normative e organizzative cui siamo chiamati. Unità di personale verranno, quindi, assegnate, via via, a settori nodali come gli Affari Generali, le Risorse Umane e le Aree Territoriali, con particolare riguardo, peraltro, al potenziamento dei servizi a più stretto contatto col pubblico quali il Cup, Centro unico di prenotazione, e l’Urp, Ufficio di relazioni col pubblico".

Proprio oggi, peraltro, Asst ValtLario ha deliberato altri due bandi di concorso per l’assunzione a tempo indeterminato di almeno 40 infermieri e almeno di 15 operatori socio sanitari, da destinare ai presidi e ai servizi ospedalieri e territoriali aziendali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento