rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca Tartano

Incendi dolosi in Valtartano, arrestato il piromane

Il fermo da parte dei carabinieri dopo settimane di apprensione

Possono forse tirare un sospiro di sollievo gli abitanti di Campo Tartano, preoccupati per i ripetuti incendi delle ultime settimane. I carabinieri, infatti, nel primo pomeriggio di oggi, venerdì 19 gennaio 2024, hanno tratto in arresto un uomo, residente proprio nella frazione della Valtartano, accusato di essere il responsabile degli appiccamenti dolosi. Proprio in mattinata l'avvocato sondriese Francesco Romualdi, in rappresentanza dei cittadini preoccupati per sè stessi e per i loro beni, aveva messo in evidenza lo stato di apprensione in cui versava l'intera vallata. "Gli ultimi eventi delittuosi hanno fatto ripiombare la comunità locale in un clima di paura e terrore, ostaggio di una situazione nota che da troppo tempo non si risolve".

Da settimane i militari erano all'opera per dare un nome ed un cognome al piromane. Il fermato, Giovanni Oteri, già noto alle forze dell'ordine, era il principale indiziato. Non è la prima volta che l'uomo, oggi 59enne, viene collegato ad episodi di vandalismo e piromania. Nel 2020 era finito in ospedale in seguito ad una violenta colluttazione avvenuta nei pressi della sua abitazione con quattro persone che lo accusavano di essere l'autore di numerosi atti di violenza. Una questione annosa che amareggiava non poco il sindaco di Tartano, Osvaldo Bianchini, stufo di una situazione protrattasi oramai per troppo tempo. "La gente è esasperata. Sono 20 anni che queste cose assurde vanno avanti", aveva raccontato a SondrioToday pochi giorni fa. Nella giornata di oggi la svolta. In tanti sperano possa essere definitiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi dolosi in Valtartano, arrestato il piromane

SondrioToday è in caricamento