rotate-mobile
Cronaca

Arrestato il Lupin della piscina di Sondrio

La polizia ha arrestato in flagranza di reato un ladro seriale: trovate decina di chiavi e strumenti del mestiere. I fogli con gli indirizzi delle strutture da "ripulire"

Ha un nome ed un cognome il ladro che ripetutamente, lungo le ultime settimane, ha rubato contanti negli spogliatoi della piscina di Sondrio. Nella serata di ieri, 2 aprile 2024, gli agenti della squadra mobile della questura di Sondrio hanno infatti tratto in arresto, in flagranza di reato, un uomo italiano di 54 anni, pluripregiudicato e residente in Lombardia, mentre portava a termine le sue razzie.

La polizia lo stava aspettando, forte del motto "il ladro torna sul luogo del delitto", come sottolineato dal questore Carlo Ambrogio Enrico Mazza. E così è stato. Verso le ore 19.30 il personale addetto della piscina comunale ha chiamato in Questura, comunicando la presenza di una persona sospetta che, senza accedere alle vasche, sostava negli spogliatoi maschili.

Giunti sul posto, i poliziotti hanno trovato l’uomo ancora intento a rovistare all’interno di un armadietto in uso ad un frequentatore della struttura. Il 54enne è stato immediatamente bloccato mentre tutte le persone presenti all’interno della piscina sono state invitate ad uscire dalle vasche per verificare la presenza degli effetti personali e del denaro lasciati negli armadietti. Sono stati due nuotatori a riscontrare effettivamente l’ammanco di denaro, quantificato in 400 euro totali. 

Gli operatori della Squadra Mobile hanno quindi identificato l’uomo, procedendo alla perquisizione personale e del veicolo: nelle tasche dell'uomo sono state rinvenute "banconote in tagli corrispondenti all’importo sottratto alle persone offese", mentre nell'automobile gli agenti hanno scoperto "gli strumenti utilizzati dal ladro per forzare ed aprire i sistemi di chiusura degli armadietti (oltre 90 chiavi ed un cacciavite), nonché 4 fogli manoscritti recanti orari ed indirizzi di strutture sportive dislocate in diverse località italiane".

Al termine delle formalità di rito l’uomo è stato condotto presso la Casa Circondariale di Sondrio e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria. La polizia di stato è ora all'opera per ricostruire i movimenti del fermato e determinare eventuali altri furti compiuti in strutture analoghe.

Le chiavi utilizzate dal ladro della piscina-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato il Lupin della piscina di Sondrio

SondrioToday è in caricamento