rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Pedinavano una professionista, arrestati per tentata estorsione

Un mese di atti intimidatori poi l'intervento della polizia

Da quasi un mese perseguitavano una professionista del Morbegnese con pedinamenti, insistenti richieste di incontro, visite presso l’abitazione ed il luogo di lavoro, oltre a molteplici chiamate e messaggi whatsapp, con il solo scopo di estorcere 18mila euro. Veri e propri atti intimidatori, perpetrati con l'unico scopo di far cedere ai ricatti, che hanno obbligato all'intervento gli agenti della polizia di stato.

È così che nel tardo pomeriggio di venerdì 12 novembre, una donna e due uomini, Z.A. di anni 57, residente a Morbegno, T.L di anni 48, residente a Motta Visconti (MI) e M.G. di anni 70, residente a Stazzona (CO), sono stati arrestati con l’accusa di tentata estorsione. I poliziotti li hanno fermati quando, per l'ennesima volta, si sono ripresentati presso l’abitazione della vittima.

Il personale della Squadra Mobile era dal pomeriggio precedente che attendeva i malintenzionati, mettendo in pratica una vera e propria attività di vigilanza e scorta a distanza, sia dei luoghi sia delle persone. 

A carico dei tre indagati sono state effettuate perquisizioni personali, a seguito delle quali sono stati sequestrati i telefoni cellulari in loro possesso, ritenuti corpo del reato, ed un manganello telescopico. Come disposto dall’autorità giudiziaria, i due uomini sono stati portati alla casa circondariale di Sondrio, mentre la donna è stata accompagnata al carcere femminile di Como.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedinavano una professionista, arrestati per tentata estorsione

SondrioToday è in caricamento