Ardenno, raggiunto un accordo per i lavoratori della FRO

L’ipotesi di accordo è stata sottoposta oggi al vaglio dei lavoratori che riuniti in assemblea lo hanno approvato a larghissima maggioranza

Nella serata di ieri 22 maggio, a conclusione di tre incontri con la rappresentanza datoriale del Gruppo Lincoln Electric , le Organizzazioni Sindacali Territoriali FILCTEM – CGIL e FEMCA – CISL, unitamente alla RSU, hanno definito il percorso che porterà alla chiusura definitiva dello stabilimento che vede coinvolti gli attuali 27 dipendenti.

L’ipotesi di accordo è stata sottoposta oggi al vaglio dei lavoratori che riuniti in assemblea lo hanno approvato a larghissima maggioranza.

Nel merito, rispetto al totale dei lavoratori, 4 di loro matureranno il diritto a pensione nel corso del 2018 e saranno quindi accompagnati alla quiescenza senza bisogno di particolari integrazioni; per altri 5 dipendenti, che matureranno la pensione nel periodo compreso fra il 2020 e l’aprile 2022 si prevede una integrazione economica che, oltre a comprendere l’importo necessario alla copertura dei contributi previdenziali utili all’accesso alla pensione, garantirà un reddito mensile minimo fino alla decorrenza della quiescenza; per altri 18 dipendenti, ancora lontani dalla pensione, che dovranno inevitabilmente trovare una nuova occupazione, si prevede un incentivo all’esodo. In particolare, per questi ultimi, ci sarà la possibilità, a richiesta, di ottenere un servizio di outplacement personalizzato (in questo caso la relativa quota sarà a carico del lavoratore).

Ardenno, dopo 100 anni di storia chiude la FRO

A prescindere dalla cessazione dei rapporti di lavoro, che avrà effetto in ogni caso dal 31 luglio 2018, per completare l’opera di dismissione degli impianti e garantire contestualmente la messa in sicurezza dello stabilimento, per 4 lavoratori la cessazione effettiva avverrà entro il 31 dicembre 2018.

"Al netto di tutta questa vicenda - ha commentato il Segr.  Gen. FILCTEM Sondrio Rossi Valter - l’auspicio è che il tessuto produttivo provinciale, soprattutto della bassa valle, possa concretamente offrire nel breve nuove opportunità a questi lavoratori, molti dei quali in età critica rispetto alla ricollocazione e con carichi familiari".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Solleva il cervo appena abbattuto ma si sbilancia cadendo nel dirupo: cacciatore perde la vita

  • Non si ferma al posto di blocco con la moto e scappa: arrestato agricoltore sondriese

  • Incidente stradale a Poggiridenti, grave un uomo

  • Nasce il loro secondo figlio e scelgono di restare a Santa Caterina Valfurva: «Radici per ritrovare equilibrio»

  • Rompe vetrina per recuperare la refurtiva nascosta il giorno prima: Carabinieri denunciano chiavennasco

  • Abusi sessuali su chierichetti, rinvio a giudizio per il don di Chiavenna

Torna su
SondrioToday è in caricamento