Cani, gatti e conigli potranno accedere agli ospedali in visita ai degenti

La novità interessa gli ospedali di Chiavenna, Menaggio, Sondalo e Sondrio e il Pot di Morbegno

Anche cani, gatti e conigli potranno avere accesso ai presidi della Valtellina e del Medio e Alto Lario, qualora il degente, ne richieda la visita. Lo prevede Asst ValtLario, in linea con le indicazioni di Regione Lombardia che, prima in Italia, ha voluto offrire la possibilità alle persone ricoverate nelle proprie strutture di vedere l’animale d’affezione.

“La presenza accanto al paziente dell’animale d’affezione e la sua vicinanza in un momento di sofferenza – sottolinea Cristina Curioni, direttore facente funzioni dell’Unità organizzativa complessa Qualità e Risk Management – può rappresentare un supporto al percorso di cura e alla guarigione”.

Chiaramente bisogna attenersi ad alcune indicazioni, contenute nel Regolamento di Regione Lombardia e recepite da Asst ValtLario, che disciplinano l’accesso degli animali, condizionato allo stato di salute del paziente che ne richiede l’accesso. Per questo, Asst ValtLario ha previsto gli spazi in cui è consentito l’accesso degli amici a quattro zampe: le aree comuni del piano o del padiglione in cui il richiedente la visita dell’animale è ricoverato (come, ad esempio, sale d’attesa e soggiorni), i locali del servizio accettazione e accoglienza e, ancora, le aree esterne all’ospedale, che comprendono il parco e gli altri spazi verdi della struttura ospedaliera.

I cani potranno accedere se iscritti all’anagrafe canina e sarà necessario presentare il certificato veterinario che ne attesti la buona salute. Durante la visita, il cane dovrà essere condotto al guinzaglio ed essere dotato di museruola (che può essere tolta durante l’incontro con il degente) mentre il gatto o il coniglio dovranno essere tenuti nell’apposito trasportino e, se liberati, dovranno essere mantenuti al guinzaglio. Prima della visita, gli animali dovranno essere puliti e ben spazzolati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per richiedere l’accesso degli animali d’affezione presso le strutture sanitarie di Asst ValtLario, e precisamente gli ospedali di Chiavenna, Menaggio, Sondalo e Sondrio e il Presidio ospedaliero territoriale di Morbegno, è sufficiente compilare il modulo “richiesta accesso animali d’affezione” disponibile presso i reparti, presso gli Uffici Relazioni col Pubblico e scaricabile dal sito internet aziendale www.asst-val.it, nella sezione della home page “Accesso animali di affezione”. Il modulo andrà, poi, consegnato al personale di reparto che lo sottoporrà al medico perché valuti la possibilità di concedere la visita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Livigno, don Stefano Bianchi trovato morto lungo un sentiero

  • Sondrio e altri 7 comuni della provincia coinvolti nell'indagine sierologica covid-19 di Ministero della Salute e Istat

  • Con mezzo chilo di droga in auto: arrestati due giovani valtellinesi

  • Coronavirus, ancora 4 morti in provincia di Sondrio nelle ultime 24 ore

  • "Bonus bici", in Valtellina vale solo per i sondriesi

  • Tante incognite per la Scuola valtellinese: riduzione degli insegnanti e classi sovraffollate in arrivo

Torna su
SondrioToday è in caricamento