rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca

Gli animali da compagnia provenienti dall’Ucraina vanno segnalati

Il Ministero della Salute ha consentito l’introduzione in Italia di animali da compagnia al seguito di cittadini in fuga dalla guerra senza la necessità di richiesta preventiva. Cosa fare

Per affrontare la grave situazione di emergenza venutasi a creare a causa del conflitto in Ucraina, il Ministero della Salute ha consentito l’introduzione in Italia di animali da compagnia al seguito di cittadini in fuga dalla guerra senza la necessità di richiesta preventiva e di conseguenza il rilascio dell’autorizzazione prevista dalla normativa comunitaria.

Il direttore generale dell’ATS della Montagna, Raffaello Stradoni, lo ha comunicato a tutti i sindaci, alle associazioni ENPA, LEIDA e OIPA e alle prefetture di Sondrio, Como e Brescia.

In occasione di accertamenti sanitari e/o operazioni di accoglienza, dunque, si invitano gli amministratori ad acquisire informazioni circa la presenza di animali da compagnia al seguito e ad informare tempestivamente l’ATS per l’esecuzione di tutti gli interventi necessari previsti dalla normativa comunitaria (es. applicazione microchip, vaccinazione antirabbica e titolazione anticorpale) e per un controllo sanitario.

Una deroga  – si precisa da ATS su indicazione del Ministero – valida solo ed esclusivamente per gli animali da compagnia al seguito di cittadini provenienti dall’Ucraina.

Questi i contatti del Dipartimento Veterinario Sicurezza Alimenti di Origine Animale per Sondrio e Alto Lario:

Per l’Area di Coordinamento Territoriale Valcamonica Sebino:

Scarica QUI il modulo di segnalazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli animali da compagnia provenienti dall’Ucraina vanno segnalati

SondrioToday è in caricamento