menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Era un'istruttrice tedesca l'alpinista morta sul Ghiacciaio dei Forni

La tragedia mercoledì 3 luglio durante un'esercitazione. Gravi le condizioni dei due compagni di cordata ricoverati ora al Morelli di Sondalo

È una donna tedesca di 55 anni l'alpinista morto mercoledì 3 luglio 2019 mentre compiva un'esercitazione insieme ad altri 16 compagni sul Ghiacciaio dei Forni, in Valfurva, sotto la Cima Cadini. Un incidente mortale che ha visto anche il ferimento serio dei due compagni di cordata della donna del 1964, LDME le iniziali, due uomini di 35 e 56 anni.

Gli alpinisti tedeschi, facenti parte di un gruppo di istruttori del Dav (Cai) di Stoccarda, erano alloggiati al rifugio Branca e stavano partecipando a un corso su ghiaccio. La tragedia attorno alle ore 12.30 quando, per motivi ancora da chiarire, la cordata con i tre alpinisti è precipitata dentro un crepaccio. Un impatto violentissimo che ha causato la morte della donna ed il ferimento grave degli altri due.

Due persone si sono staccate dal gruppo e sono scese al rifugio per chiedere aiuto e chiamare il 112, dal momento che in quota non c’era copertura telefonica.

L'altro incidente mortale sul Ghiacciaio dei Forni di giugno

L'elicottero del Soccorso Alpino che doveva alzarsi dall'eliporto di Caiolo, non ha potuto volare a causa del maltempo. L’elicottero decollato da Bolzano, non appena le condizioni meteo lo hanno consentito ha recuperato i due feriti e li ha portati all’ospedale Morelli di Sondalo; l’elicottero di Bergamo, a rotazione, ha riportato al rifugio gli altri alpinisti.

Dopo la constatazione del decesso, il corpo della donna è stato portato all’eliporto di Bormio, a disposizione delle autorità. La dinamica esatta dell’incidente è al l’esame della Guardia di finanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia sempre più zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento