rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Cronaca Val Masino

Alpinista precipita di notte sul Badile a 3000 metri

La richiesta d'aiuto poco prima di mezzanotte: l'intervento della Rega dalla Svizzera insieme al soccorso alpino italiano

Intervento nella notte tra lunedì 20 e martedì 21 marzo per la stazione di Valmasino del Soccorso alpino, VII Delegazione Valtellina - Valchiavenna. I tecnici sono stati allertati poco prima di mezzanotte per un alpinista precipitato sulla parete Sud-Est del Pizzo Badile, alla quota di 3000 metri, durante la discesa in corda doppia con un amico. L’uomo ha riportato una probabile lussazione della spalla e la probabile frattura di alcune costole.

L'elicottero di Sondrio di Areu - Agenzia regionale emergenza urgenza ha effettuato dei tentativi ma le condizioni di visibilità non permettevano di raggiungere la persona infortunata. Sono quindi partite le squadre del Cnsas - Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico e del Sagf - Soccorso alpino Guardia di finanza.

Nel frattempo, considerati i tempi e la complessità dell’intervento, è intervenuto anche il soccorso della Guardia svizzera Rega, che ha fatto un tentativo da Nord. I due alpinisti sono stati individuati e recuperati, quello ferito è stato trasportato in ospedale in Svizzera, quello illeso accompagnato al rifugio Giannetti. Sette in tutto i soccorritori impegnati. L’intervento è finito all’alba.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alpinista precipita di notte sul Badile a 3000 metri

SondrioToday è in caricamento