Coronavirus, a Morbegno ci si allena a calcetto nonostante l'ordinanza regionale. Infuria la polemica

Il Prefetto di Sondrio, Salvatore Pasquariello, ha scritto a tutti i sindaci della provincia di Sondrio e a tutte le forze dell'ordine affinché facciano rispettare le regole

I giocatori di futsal immortalati durante l'allenamento non autorizzato

«Ma l’ordinanza regionale per contrastare il coronavirus non vietava le attività sportive all’interno dei luoghi chiusi?». A questo deve aver pensato l’anonimo cittadino di Morbegno che lunedì 24 febbraio alle attorno alle ore 17 ha fotografato delle persone mentre si allenavano all’interno della palestra morbegnese di via Faedo.

Gli occupanti della struttura pubblica sono stati identificati in alcuni tesserati della società sportiva F.C.D. MGM, squadra che milita nel massimo campionato regionale di calcio a 5 dove occupa ad oggi la prima posizione in classifica.

La cosa non poteva passare inosservata, infatti, nel giro di poche ore è esplosa la polemica nei gruppi social frequentati dai cittadini della città della bassa valle. I commenti si dividono tra chi minimizza e tra chi non ci sta e chi richiama alle proprie responsabilità il Comune e i vertici societari.

Le scuse

Se dal fronte comunale tutto tace, è intervenuto nelle discussioni il presidente della società coinvolta, Marco Manenti, il quale, riconoscendo i suoi tesserati nelle foto scattate, ha scritto un post si Facebook di scuse, rivolgendosi alla popolazione morbegnese e all’Amministrazione.

«A nome della Società chiedo scusa dell’accaduto, abbiamo verificato che le persone presenti hanno preso un’iniziativa personale non concordata con la Società comunque effettuata in buona fede; le stesse persone sono state già state riprese. Abbiamo già comunicato il disguido e le scuse all’amministrazione comunale, sicuramente tale situazione non si ripeterà».

Polemiche

Le scuse, seppur apprezzate, sembrano non aver placato le polemiche tra i cittadini. C’è chi punta il dito contro una gestione impropria delle chiavi di accesso ad una struttura pubblica da parte della società sportiva che, secondo le dichiarazioni di Manenti, sembrerebbero nell’autonoma disponibilità dei giocatori. C’è chi invece contesta la buona fede e accusa i giocatori di essersi allenati senza l’utilizzo dei riflettori per evitare di attirare l’attenzione e proseguire l’attività sportiva nonostante l’ordinanza regionale.

Infine, tra i più polemici, sembrano esserci i contribuenti di Morbegno che si chiedono chi pagherà la sanificazione dei locali della palestra in via Faedo in vista della riapertura delle scuole. 

La polemica sembra solo all’inizio e, in una situazione già di per sé complicata, è ipotizzabile che l’amministrazione comunale di Morbegno ne avrebbe fatto volentieri a meno.

L'intervento del Prefetto Pasquariello

Nella giornata di martedì 25 febbraio 2020 il Prefetto di Sondrio, Salvatore Pasquariello, ha scritto a tutti i sindaci della provincia di Sondrio e a tutte le forze dell'ordine affinché possano far rispettare le regole definite dall'ordinanza congiunta Ministrero della Salute e Regione Lombadia per contrastare il coronavirus.

Una comunicazione importante perchè tutti possano rispettare le regole di urgenza (già esecutive su tutto il territorio regionale senza la necessità di atti amministrativi dei singoli enti territoriali) nei luoghi ludico-sportivi, come nei luoghi di aggregazione, su tutti bar e pub.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Svizzera, neve e buio coprono i massi caduti sui binari: treno deraglia

  • Cosio Valtellino, grave bambino di 7 anni investito sulla vecchia statale

  • Ammutinamento dei ciclisti al Giro, il direttore di corsa Vegni: «Figuraccia, qualcuno pagherà»

  • Coronavirus, la settimana nera della scuola valtellinese: 18 classi in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento