menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

La Valtellina spinge per avere l'elisoccorso h24, la Conferenza dei sindaci scrive a Fontana e Moratti

La nota del presidente Marco Scaramellini: «Il servizio di elisoccorso garantito dal velivolo di base a Caiolo deve essere esteso in ragione delle peculiarità territoriali dell'Ats della Montagna». Diventerebbero così 3 gli elicotteri abilitati al volo notturno in Lombardia

La provincia di Sondrio spinge per avere quanto prima un sistema di soccorso via elicottero attivo 24 ore su 24. Dopo la tragica morte di Daniele Bradanini, il 55enne artigiano colto da infarto presso la sua abitazione di Pedenosso (comune di Valdidentro) e spirato presso l'ospedale di Sondrio dopo un lungo viaggio in ambulanza senza che l'elisoccorso potesse intervenire, è sempre più forte la richiesta di un cambiamento nel sistema di soccorso via aria.

Un servizio di elisoccorso che operi giorno e notte, 24 ore su 24, a salvaguardia della sicurezza dei cittadini, in grado di rispondere alle esigenze sanitarie del territorio. È la richiesta avanzata alla Regione Lombardia dal presidente della Conferenza dei Sindaci dell'Ats della Montagna, Marco Scaramellini, che ha indirizzato una lettera al presidente Attilio Fontana e agli assessori al Welfare, Letizia Moratti, agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori. Una volontà ampiamente condivisa dalla classe politica valtellinese, già esternata dai sindaci della Valchiavenna, dallo stesso MassimoSertori, oltre che dal presidente della Provincia, Elio Moretti (leggi qui).

Dall'Alta Valle vogliono la testa del dirigente del 118 regionale

«Il servizio di elisoccorso garantito dal velivolo di base a Caiolo deve essere esteso in ragione delle peculiarità territoriali dell'Ats della Montagna, che opera su tre province con collegamenti difficoltosi. Si avrebbero in tal modo, si legge nella missiva, tre elicotteri operativi sull'intera Lombardia, peraltro non molti considerata l'estensione e la densità abitativa della regione» si legge in una nota diramata dallo stesso Scaramellini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Chiuro in lutto, il covid si è preso don Attilio Bianchi

Attualità

Bambini, apre a Sondrio il negozio di giocattoli "Città del sole"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento