rotate-mobile
Territorio in vetrina / Piuro

I Comuni della Valchiavenna si uniscono per un viaggio tra passato e futuro

"Green-Tour in Valchiavenna, da Milano al cuore delle Alpi: percorsi tra storia e attualità" è il progetto finanziato dalla Regione, sul bando "Viaggio in Lombardia", con una cifra che sfiora i 100 mila euro

Paesaggio e ruralità come espressione di una ricchezza straordinaria di segni, luoghi e persone, per una vacanza da vivere in simbiosi con la natura e alla scoperta della cultura e delle tradizioni: tra escursioni, passeggiate in bicicletta, antichi palazzi e nuclei rurali si sviluppa il progetto "Green-Tour in Valchiavenna, da Milano al cuore delle Alpi: percorsi tra storia e attualità", finanziato dalla Regione sul bando "Viaggio in Lombardia", con una cifra che sfiora i 100 mila euro.

La sinergia

Un progetto sinergico che vede la partecipazione di sei Comuni, Campodolcino, Chiavenna, Madesimo, Novate Mezzola e Verceia, con Piuro nelle vesti di capofila, e della Comunità Montana della Valchiavenna. Un percorso di valorizzazione e promozione delle peculiarità della valle che continua e si arricchisce grazie all'iniziativa degli enti pubblici che vi contribuiscono al 46%, ciascuno con una quota, per un progetto che comporta una spesa complessiva di 185 mila euro.

Lo sguardo è rivolto al futuro e alle prospettive che i nuovi desideri e le nuove esigenze dei turisti aprono, con l'obiettivo di consolidare e incrementare i flussi turistici garantendo vantaggi all'intero territorio. La continuità è con le azioni promosse negli ultimi anni e, in particolare, con la seconda edizione dello stesso bando, nell'ottica del miglioramento e dell'ampliamento attraverso l'inserimento di Novate Mezzola. "Le esperienze passate e i progetti sviluppati ci insegnano che le buone idee e la comune volontà di realizzarle sono fondamentali: - sottolinea il sindaco di Piuro Omar Iacomella - il territorio si muove unito con l'obiettivo di innovare l'offerta turistica in linea con le nuove tendenze, cogliendo le opportunità e facendo leva sulla nostra identità. Con questo progetto compiamo un altro passo importante per la valorizzazione della Valchiavenna in un contesto più ampio".

Turismo emozionale

Un prodotto turistico emozionale che trova nella varietà del territorio della Valchiavenna, fra il lago e le alte vette, passando per la mezza costa, la sua realizzazione: la natura da una parte e l'opera dell'uomo dall'altra. Una valle che ha molto da offrire e tante storie da raccontare sulle tracce degli antichi pellegrini, delle streghe e dei commercianti che attraversavano il confine per vendere le loro merci, ma anche di personaggi quali Federico Barbarossa, Giosuè Carducci, Erasmo da Rotterdam e Leonardo da Vinci.

La scoperta sarà ancora più affascinante e coinvolgente se avrà il ritmo lento del cammino o della pedalata. Il progetto punta sul turismo del paesaggio e su due itinerari sviluppati attraverso proposte di mobilità sostenibile: una connessione storica indiretta, sviluppata ai transiti nella storia, che si estende a Bergamo e Brescia capitali italiane della cultura 2023, e un collegamento diretto con le Olimpiadi Milano Cortina 2026. "Sulle tracce dell'antica via Priula", da Bergamo a Chiavenna; "Sentiero dello sport", da Milano Cortina 2026 alla Valchiavenna, che si snoda tra il capoluogo lombardo e la Valle Spluga.

La promozione si svilupperà attraverso la partecipazione a fiere di settore, l'organizzazione di eventi tematici e la comunicazione attraverso i mass media e i social network.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Comuni della Valchiavenna si uniscono per un viaggio tra passato e futuro

SondrioToday è in caricamento