Attualità

Val Masino, oltre cinque milioni di euro per la messa in sicurezza del territorio

Sotto la lente di ingrandimento dell'amministrazione comunale il torrente Duino, la frana dello Scaiun e la valle di Materlo

Il corso del torrente Duino, nel tratto che attraversa l'abitato di Cataeggio, sarà presto interessato da un intervento complessivo di messa in sicurezza interamente finanziato, per 700 mila euro, da un contributo statale appena ottenuto dal Comune. Per il Duino, l'anno scorso, il Comune aveva già commissionato a proprie spese uno studio di fattibilità, grazie al quale, mediante un bando ministeriale, era stata finanziata la progettazione definitiva esecutiva. Un'opera preventiva ma fondamentale poiché se fino ad ora il torrente Duino, che scende dalla valle di Predarossa e attraversa l'abitato di Cataeggio sulla sinistra orografica, non ha causato problemi gravi, è indubbio come il rischio rimanga alto, tanto da consigliare un intervento risolutivo, soprattutto in considerazione della pericolosità dei fenomeni atmosferici ai quali si assiste negli ultimi anni. Con i 700 mila euro ottenuti si provvederà alla sostituzione dei ponti del Duino e del Guard, al rinforzo delle arginature, alla sistemazione delle briglie e alla riqualificazione dell'intera area.

Dall'insediamento, nell'estate del 2017, l'impegno e gli sforzi dell'Amministrazione comunale si sono concentrati sulla messa in sicurezza del territorio comunale, individuata quale priorità assoluta. 

«Non potevamo fare altrimenti - spiega il sindaco Simone Songini -, il nostro è un territorio fragile e soggetto al dissesto idrogeologico che necessita sia di una manutenzione costante che di interventi straordinari che non era più possibile rimandare. Il territorio è la risorsa più importante che abbiamo ma dobbiamo preservarlo e la sua messa in sicurezza è il presupposto per qualsiasi altro intervento e per iniziative per lo sviluppo». Un impegno che si è concretizzato prima nel monitoraggio e nell'individuazione delle situazioni più a rischio quindi nella definizione dei progetti e nella ricerca dei finanziamenti. I 700 mila euro stanziati dallo Stato per il torrente Duino sono soltanto il più recente dei molti contributi ottenuti, che si va ad aggiungere ai precedenti degli ultimi due anni per oltre cinque milioni di euro. Quello più ingente, pari a tre milioni e 250 mila euro, dalla Regione, servirà per mettere in sicurezza la frana storica, lo Scaiun, proprio sopra l'abitato di Cataeggio: sarà necessaria bandire una gara d'appalto a livello europeo, secondo quanto previsto per importi superiori al milione di euro. Sullo Scaiun erano già stati ottenuti e spesi prima 900 mila euro quindi altri 200 mila, oltre ad altri interventi, sei per la precisione, del valore di circa 50 mila euro ciascuno. Centomila euro erano invece stati investiti nella valle di Materlo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Val Masino, oltre cinque milioni di euro per la messa in sicurezza del territorio

SondrioToday è in caricamento