rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Una lettera inviata al Ministero della Giustizia

"Gravi carenze di personale al Tribunale di Sondrio", l'allarme di CGIL Sondrio

"Ritmo e carico di lavoro assegnato - scrive Michela Turcatti in una lettera inviata al Ministero della Giustizia - stanno seriamente mettendo a rischio la tenuta psicofisica delle lavoratrici e dei lavoratori"

Lavoro eccessivo e carenze di personale mettono a rischio la tenuta psicofisica delle lavoratrici e dei lavoratori di alcuni uffici giudiziari del tribunale di Sondrio. A denunciarlo, con una lettera indirizzata al Ministero della Giustizia, la segretaria generale FP CGIL di Sondrio, Michela Turcatti.

"Le lavoratrici e i lavoratori lamentano di essere sottoposti a un eccessivo e pesante carico di lavoro, a causa delle gravi carenze di personale in cui versano gli uffici, rispondendo, nonostante le criticità testé segnalate con grande spirito di responsabilità e senso di servizio ai numerosi e delicaticompiti d’ufficio. Questo ritmo intenso dura da anni, a causa dell’ormai atavica sofferenza di personale", scrive Turcatti.

Problema che si trascina da anni

Nonostante i numerosi incontri tra i sindacati con i dirigenti locali, non è stata trovata alcuna soluzione. "Apprezziamo lo sforzo organizzativo per tenere gli uffici aperti e ben funzionanti, ma, purtroppo, più che fornirci spiegazioni o soluzioni per tentare di tamponare l’annoso problema, senza capacità assunzionale il problema si è sempre più aggravato".

"I dati che ci hanno comunicato - prosegue Turcatti - sui dipendenti sono sconcertanti. La sofferenza di organico si attesta ben oltre la media nazionale, tutti gli uffici contano circa il 44% di vacanze su tutte le figure professionali. La percentuale aumenta notevolmente per la figura del Cancelliere e del Funzionario presso l’Ufficio del Giudice di Pace toccando punte del 100%".

"Il ritmo e il carico di lavoro assegnato individualmente e per gruppo sta seriamente mettendo a rischio la tenuta psicofisica delle lavoratrici e dei lavoratori, la maggior parte non più giovanissimi".

Bassa attrattività della provincia di Sondrio

"Questa pesante carenza di organico è resa ancora più grave dalla notoria e bassa attrattività della provincia di Sondrio, territorio che, per ragioni di conformazione geografica e di collegamenti e infrastrutture, presenta criticità strutturali sul piano della mobilità che, de facto, rendono tale sede poco motivante per gli eventuali neo-assunti".

"Si mette a rischio, inoltre, l’efficienza organizzativa e produttiva di questi uffici, esempio di eccellenza anche in ambito europeo. Tale risultato è faticosamente mantenuto grazie all’impegno, disponibilità, dedizione e senso di responsabilità delle lavoratrici e lavoratori che da anni stanno spesso sottraendo tempo alle loro famiglie ed affetti, per presenziare in ufficio e non creare disservizi ai cittadini. Queste lavoratrici e lavoratori meritano un riconoscimento per l’impegno e la dedizione mostrata".

"Urge - conclude la Segretaria generale Fp Cgil Sondrio - un piano assunzionale, l’inserimento di personale per continuare a far funzionare gli uffici. Non è più accettabile imporre un carico di lavoro così pesante. Le lavoratrici e i lavoratori non sono più disponibili ad accettarlo. Sono a disposizione di questo Ministero le graduatorie degli idonei a Cancellieri e Direttore a cui si può attingere per assumere in breve tempo il personale. La Fp Cgil di Sondrio chiede alle Autorità in indirizzo un intervento risolutivo nel più breve tempo possibile. Diversamente, metteremo in campo ogni utile iniziativa per la tutela in primis della salute delle lavoratrici e dei lavoratori, nonché del diritto alla giustizia in tempi certi di ogni cittadino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gravi carenze di personale al Tribunale di Sondrio", l'allarme di CGIL Sondrio

SondrioToday è in caricamento