rotate-mobile
Attualità Livigno

Il Trenino Rosso a Livigno: molto più di un sogno

In treno nella vallata livignasca: firmato un protocollo d'intesa con l'Engadina. Ora lo studio di progettazione

Livigno vuole la ferrovia nella sua vallata. Dopo anni di desideri l'Amministrazione comunale livignasca, guidata dal sindaco Remo Galli, ha posto le basi per dare concretezza ai sogni. Nei giorni scorsi, infatti, è stato siglato un protocollo d’intesa con i comuni svizzeri di S-Chanf e Zernez, oltre che con il Parco Nazionale Svizzero. L'idea è quella di portare la celebre Ferrovia Retica, con il suo famoso "Trenino Rosso", nel Piccolo Tibet, permettendo un collegamento stabile e ecosostenibile con la vicina Bassa Engadina. Ora, grazie agli ottimi rapporti instaurati negli ultimi due anni dall’Amministrazione Galli con le autorità elvetiche, si darà avvio ad uno studio di progettazione più dettagliato.

"Questa è una prima tappa, importante, abbiamo ripreso in mano un progetto che risale a più di vent’anni fa. Ringrazio il Parco Nazionale Svizzero, il comune di S-Chanf e di Zernez per darci la possibilità di procedere con una progettazione più puntuale. Credo che il treno rappresenti il futuro per le nostre località di montagna, sta a noi cogliere questa opportunità. Come amministrazione andremo avanti e sicuramente la strada non è semplice, ma ci piacerebbe coinvolgere tutti i cittadini, italiani e svizzeri su questo progetto che può essere importante anche da un punto di vista energetico. Vedremo in che modalità", commenta il primo cittadino livignasco.

Entusiasta anche il vicesindaco Thommy Cantoni, da anni al lavoro proprio su questo tema. "Sono molto soddisfatto del risultato raggiunto, in questo ultimo anno mi sono molto concentrato sul progetto e nell’instaurare degli ottimi rapporti di vicinato con i nostri amici svizzeri. I rapporti personali sono stati alla base di tutto, oggi credo che il nostro territorio abbia davvero la possibilità di iniziare a pensare ad uno sviluppo strategico futuro contando anche sulla condivisione e l’approvazione dei vicini engadinesi. Oggi a Livigno siamo riusciti a fissare una data nella storia che speriamo porti in un tempo non troppo lungo alla realizzazione di questo progetto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Trenino Rosso a Livigno: molto più di un sogno

SondrioToday è in caricamento