Per una città più vivibile / Tirano

Tirano, via Mazzini e Piazza delle Stazioni diventano pedonali

L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di promuovere una riqualificazione della zona per renderla più vivibile ai residenti e ai turisti

Da lunedì 3 luglio a martedì 31 ottobre 2023 a Tirano inizierà la sperimentazione dell’area pedonale in Via Mazzini e in Piazza delle Stazioni, proprio nel punto nevralgico della Città dove approdano ogni anno, oltre a molti tiranesi e valtellinesi in partenza o arrivo da Milano, oltre 300.000 turisti che approdano a Tirano per vivere l’esperienza del Treno Unesco del Bernina. L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di promuovere una riqualificazione della zona per renderla più vivibile ai residenti e ai turisti, proponendo una Città di Tirano più a misura di cittadino e incrementando la fruibilità collettiva e pubblica degli spazi.

L’intervento di chiusura al traffico, promosso dall'Amministrazione Comunale è stato condiviso con i residenti e i gestori delle diverse attività presenti nell’area nel corso di una riunione in Sala Consiliare tenutasi un paio di settimane fa, i quali in grande maggioranza si sono espressi positivamente sulla proposta. La sperimentazione costituisce un’azione preliminare alla riqualificazione della Via Mazzini, alla quale l’Amministrazione sta lavorando insieme ai tecnici incaricati al progetto pensata per facilitare il deflusso dei tanti turisti in arrivo su Viale Italia e verso i centri storici di Piazza Cavour e Piazza della Basilica. Una riqualificazione necessaria anche in vista del palcoscenico internazionale delle Olimpiadi del 2026 e che si integrerà con i lavori di sistemazione della stazione che verranno realizzati da RFI, in particolare la realizzazione di un ascensore per l’accesso diretto al secondo binario, al quale oggi è possibile accedere solo attraverso l’utilizzo delle scale. L’istituzione di aree pedonalizzate nella città, ha come obiettivo anche quello di incentivare nella comunità la mobilità dolce, nell’ottica di una città sostenibile, che guarda al benessere delle future generazioni.

Tirano città slow

La scelta della pedonalizzazione è coerente con la valorizzazione di Tirano come città slow che propone ai visitatori e ai residenti una Città accogliente e a misura delle persone, con una doverosa attenzione all’abbattimento di barriere architettoniche.

Dal 1° luglio, non sarà più possibile accedere in auto alla Piazza delle Stazioni – ad eccezione degli autorizzati – e l’accesso prioritario alla stazione ferroviaria diventerà quindi quello da via Calcagno, da dove si potrà accedere alle banchine attraverso il sottopasso dotato di scivoli. L’istituzione della zona a traffico limitato sarà in via sperimentale per consentire di valutare l’impatto della stessa sia sulle zone direttamente interessate, che sulla viabilità cittadina in generale.

Tutte le modifiche dell'assetto viabilistico

Di seguito l’elenco delle modifiche all’assetto viabilistico in vigore da sabato 1° luglio, a partire dal posizionamento di barriere fisiche nei pressi dell’intersezione tra via Roma e Piazza delle Stazioni.

  •  inversione del senso di marcia sul tratto di via Roma compreso tra l’intersezione tra via Manzoni e via Carminati estendendolo fino all’intersezione con largo Risorgimento con direzione di marcia consentita verso piazza Marinoni;
  • ripristino del doppio senso di marcia, per i soli veicoli autorizzati, sull’intera via Mazzini;
  •  inversione del senso di marcia in via Merizzi;
  • istituzione del doppio senso di circolazione dei veicoli nel tratto di via Roma compreso tra l’intersezione con via Manzoni e l’intersezione con Piazza delle Stazioni al fine di consentire la fruizione dei parcheggi a pagamento ivi presenti.

Saranno autorizzati al transito, con l’obbligo di esporre contrassegno da rilasciarsi a cura del Comando di Polizia Locale:

  • i residenti o i domiciliati all’interno della ZTL e/o nelle zone limitrofe che per accedere alle proprie pertinenze ove poter sostare non possono usufruire di altre strade carrabili;
  • coloro che dispongono di posti auto privati anche in affitto;
  • i titolari di attività commerciali e (relativamente al loro mezzo privato) i dipendenti della Ferrovia Retica i dipendenti delle F.S. e Trenord, gli operatori della Guardia di Finanza nonché i dipendenti dell’Agenzia delle Dogane;
  •  i veicoli adibiti al carico e scarico delle merci nonché i veicoli che per operazioni doganali hanno necessità di accedere all’area posta a fianco ai binari della Ferrovia Retica purché muniti di documentazione atta a comprovare la necessità di accesso (bolle di trasporto, fatture, copie di ordinativi);
  •  i veicoli dei clienti di attività ricettive ai quali sono stati assegnati posteggi nella disponibilità delle medesime attività ubicati all’interno della ZTL (fa fede il documento di prenotazione);
  • i Taxi che dovranno sostare negli stalli appositamente identificati dalla segnaletica stradale nonché i veicoli di servizio delle FS e della Ferrovia Retica;
  • i veicoli che trasportano i disabili in possesso di regolare tagliando nonché i veicoli di soccorso e delle Forze di Polizia.

Il modulo per la richiesta di permesso per le utenze autorizzate ai sensi dell’ordinanza è scaricabile dal sito del Comune di Tirano al link https://www.comune.tirano.so.it/it/news/1556378 e va presentato preferibilmente tramite mail all’indirizzo: comune.tirano@legalmail.it .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirano, via Mazzini e Piazza delle Stazioni diventano pedonali
SondrioToday è in caricamento