rotate-mobile
Parità di genere / Tirano

A Tirano un ufficio postale tutto al femminile

In totale, in provincia di Sondrio, la presenza di personale femminile in Poste Italiane si attesta al 66%

Poste Italiane si conferma anche nel 2022 un’azienda al femminile, capace di promuovere tematiche di parità di genere e di crescita professionale all’interno dell’azienda. Anche quest’anno la diversity all’interno del Gruppo è ben rappresentata e in provincia di Sondrio il 77% dei 82 Uffici Postali è guidato da una direttrice mentre 54 sono gli uffici totalmente presidiati da personale femminile.

Il caso di Tirano

Tra questi l’ufficio postale di Tirano dove la direttrice Paola Biolchi guida il team femminile più numeroso della provincia di Sondrio che oltre Paola, addetta anche alla sala consulenza, si completa con 5 sportelliste.

Paola Biolchi ha iniziato la sua carriera in Poste Italiane nel 2003 partendo dal recapito; da 11 anni lavora negli uffici postali prima come sportellista e poi come direttrice. “Sono arrivata a Tirano da tre settimane - ha dichiarato - ma con le colleghe mi son trovata da subito molto bene perché c’è una grande sintonia. Siamo una squadra proattiva tutta al femminile e, a differenza di altri posti di lavoro, si lavora insieme e ci si aiuta, così come dovrebbe fare un buon team. Sono molto empatica e con le colleghe a volte basta uno sguardo per capirci”.

Nella provincia di Sondrio la presenza femminile totale in Azienda è del 66%.

Il riconoscimento

Le politiche di parità di genere e la trasparenza di Poste Italiane sono state premiate con la riconferma, per il terzo anno consecutivo, nel Gender-Equality Index (GEI) 2022, il principale indice internazionale di riferimento che valuta la qualità delle iniziative aziendali per l’eguaglianza e l’inclusione.

La valutazione ottenuta da Poste Italiane è il risultato dell’esame di cinque parametri: la leadership femminile e la valorizzazione dei talenti, la parità salariale, la cultura inclusiva, le politiche per la prevenzione e il contrasto di molestie sessuali e la riconoscibilità come brand che promuove la parità di genere. Sono 418 le aziende esaminate in tutto il mondo, ripartite in 11 settori produttivi con sede in 45 paesi e una capitalizzazione di mercato combinata di 16 trilioni di dollari. Nell’edizione 2022 Poste Italiane ha migliorato ulteriormente il suo risultato rispetto all’anno precedente, ottenendo ancora una volta una valutazione ben al di sopra del punteggio medio delle società valutate nel GEI.

A questo importante premio si aggiunge un altro traguardo fondamentale. Poste Italiane è infatti tra le 5 aziende italiane ad entrare nella classifica globale Top 100 sulla parità di genere stilata da Equileap, organizzazione leader che elabora dati e approfondimenti sulla parità di genere in ambito corporate, e tra i 19 gruppi a livello mondiale che hanno superato il gender pay gap contribuendo a rendere l’Italia, insieme a Regno Unito e Spagna, Paese leader in tale ambito.

L’azienda è stata valutata sulla base di 19 criteri suddivisi in specifiche categorie: l’equilibrio di genere all’interno del management e della composizione della forza-lavoro, parità retributiva ed equilibrio vita-lavoro, politiche adottate per promuovere la parità di genere, adesione a iniziative internazionali, trasparenza e accountability.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Tirano un ufficio postale tutto al femminile

SondrioToday è in caricamento