rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità Tirano

Tirano, un progetto per diffondere il piacere della lettura

Si tratta di "Io leggo, tu leggi, noi leggiamo", presentato in biblioteca nei giorni scorsi e finanziato da Fondazione Cariplo

E' stato presentato nei giorni scorsi il progetto IO leggo, TU leggi, NOI leggiamo: una presentazione non convenzionale, animata dalla lettura ad alta voce da parte di appassionati lettori e lettrici nello spazio della biblioteca e nelle vie di Tirano con il gioco “Indovina il libro?”. E’ stato per tutti un momento emozionante, essendo, di fatto, il primo incontro pubblico in presenza presso la Biblioteca Arcari dopo l’avvento della pandemia.

Il progetto

Il progetto ha vinto il bando “Per il libro e la lettura” di Fondazione Cariplo e godrà dell’importante finanziamento di 60.000 euro da parte di Fondazione integrato da 15.000 euro cofinanziati dal Comune di Tirano. Promosso da Comune di Tirano con la Cooperativa Forme, durerà due anni e verrà attuato dalla biblioteca tiranese e dalla libreria Tiralistori, in sinergia con i firmatari del Patto locale per la lettura (Istituto comprensivo di Tirano, Istituto di Istruzione superiore “Pinchetti”, Giardino d'Infanzia, Libreria Il Mosaico, Cooperativa sociale San Michele, Associazione Ad alta voce  a cui si sono appena aggiunti la Cooperativa sociale Intrecci, l'Associazione Borgo Baruffini e la Fondazione Casa di riposo Città di Tirano).

Il bando di Fondazione Cariplo, che si propone di ampliare la base sociale della lettura, è arrivato al momento giusto, nell'autunno 2020 all'inizio della seconda ondata della pandemia, per dare nuovo impulso alla biblioteca che, come molti altri settori, ha molto sofferto delle restrizioni sanitarie, alcune delle quali tuttora in vigore. IO leggo, TU leggi, NOI leggiamo coinvolgerà persone di tutte le età, dai piccolissimi con le loro famiglie, ai bambini in età scolare e ai giovani, attraverso le scuole o attività extrascolastiche, agli adulti, agli anziani. Fondamentale sarà la collaborazione con le scuole, con le quali si lavora proficuamente da anni.

Le prime azioni del progetto sono già in calendario e si rivolgono ai più piccoli: due incontri con la psicologa e formatrice Nati per Leggere Laila Taloni (Fin da piccoli… incontri attorno ai libri per genitori con bambini/e da 0 a 24 mesi; a partire da giovedì 25 novembre) e la mostra “Nati per Leggere. Una guida per genitori e futuri lettori” che si terrà a Palazzo Foppoli (27 novembre-12 dicembre).  

20211120_181134-min-2

La soddisfazione dell'amministrazione

“Siamo molto soddisfatti del sostegno di Fondazione Cariplo che ci permetterà di ampliare e organizzare in modo più partecipativo, le tante iniziative fatte in questi anni sul libro e la lettura. - afferma l’assessora alla Cultura e vicesindaca Sonia Bombardieri - Come amministratori non dobbiamo sottovalutare l’importanza della lettura per crescere come cittadini consapevoli e attivi. La lettura, non quella "sforbiciata" sui social, ma quella "densa" di testi che tengono sveglia la nostra mente, ci ha dimostrato di essere un “toccasana” durante i mesi difficili della pandemia ed è quindi importante promuoverla affinché diventi una pratica quotidiana per tutti noi ad ogni età”.

"IO leggo, TU leggi, NOI leggiamo si propone di dare vita a un ecosistema del libro, della lettura, dei lettori, creando un ambiente cittadino in cui il libro sia fisicamente presente, visibile e riconoscibile, non solo nei luoghi tradizionali come biblioteca e librerie ma anche in modo diffuso in città, - prosegue Bombardieri - nelle zone periferiche e nelle frazioni dove gli abitanti del luogo in primis se ne prenderanno cura, siano essi lettori o non lettori, e potranno farsi promotori di lettura insieme a bibliotecarie, librai/e, lettori e lettrici, volontari/e, studenti e studentesse. Lettura, libri, lettori e lettrici, insieme a comunità e partecipazione saranno gli ingredienti fondamentali del progetto".

Diverse le azioni che declineranno la dimensione individuale e collettiva della lettura, rappresentate nel nome stesso del progetto la cui ambizione è di lavorare in modalità partecipata con la comunità per pensare insieme e progettare iniziative che vanno dalla realizzazione di punti libro dislocati in zone diverse della città, ispirati alle little free library, all'organizzazione di gruppi di lettura, laboratori di scrittura e lettura, incontri con autori/autrici, illustratori/illustratrice e altre figure della filiera del libro per finire con un festival del libro e della lettura.

Tutte iniziative che mirano a coinvolgere i lettori cosiddetti “forti”, che possono diventare alleati importanti, e suscitare l'interesse dei lettori più deboli, dei non lettori o di chi per svariati motivi si è allontanato dalla lettura. Accanto al gruppo di lettura della biblioteca, attivo ormai da molti anni, lo spirito del progetto è ben rappresentato dal laboratorio di lettura ad alta voce, nato nella primavera scorsa, prima ancora di conoscere l'esito del bando, dal desiderio dei lettori e delle lettrici di dar vita a qualcosa di stabile dopo le belle esperienze delle “Giornate della lettura ad alta voce” organizzate in occasione de “Il Maggio dei libri”, evento nazionale cui Tirano aderisce dal 2017. Un gruppo che si incontra, condivide letture e organizza letture pubbliche come quelle che hanno animato l'incontro di sabato.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirano, un progetto per diffondere il piacere della lettura

SondrioToday è in caricamento