rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Esempio da seguire / Tirano

Tirano, conferita la benemerenza civica al dottor Renzo Epis

Direttore sanitario della Rsa della città abduana dal 2017 al 2020, Epis ha visto premiato soprattutto il suo impegno nella fase più acuta della pandemia

Nei giorni scorsi, nella sala consiliare del Comune di Tirano, il sindaco Franco Spada ha conferito la benemerenza civica della Città di Tirano al dottor Renzo Epis, dal 2017 fino a fine 2020 direttore sanitario della casa di riposo “Città di Tirano”.

Le motivazioni

Il riconoscimento cittadino è stato conferito per l'encomiabile attività di Epis come medico presso la Rsa di Tirano, in particolare durante il periodo più acuto della pandemia. In sala erano presenti la famiglia del dottor Epis, la presidente della casa di riposo “Città di Tirano” con alcuni consiglieri presenti e passati del CdA e alcuni dipendenti, gli assessori comunali e una rappresentanza di giovani tiranesi, convenuti per il saluto del sindaco ai neodiciottenni.

“Durante la prima ondata di covid 19, il dottor Epis è stato sempre presente per l’assistenza e la cura degli anziani della casa di riposo, in presenza di diffusione del virus, senza mai guardare orari e a suo rischio personale, perchè in quel momento era quello che andava fatto ed era necessario". - così il sindaco ha commentato il conferimento della Benemerenza - Un comportamento “normale” di abnegazione al proprio lavoro e al servizio degli altri che proprio per questa apparente normalità è rivoluzionario”. Lo stesso sindaco Franco Spada ha poi rivolto ringraziamento a a tutte le persone che operano nel settore sanitario che in quel particolare momento hanno fatto in silenzio il loro lavoro con grande spirito di sacrificio.

La commozione

Per parte sua, il dottor Epis, ha accolto con commozione la benemerenza: “Ringrazio di cuore il sindaco e il consiglio comunale per il riconoscimento che vorrei dedicare alla mia famiglia che mi ha sempre sostenuto nei momenti difficili, in particolare mia moglie Tiziana”. Con la pacatezza e l’umiltà che lo contraddistinguono, il dottor Epis ha voluto condividere il riconoscimento con tutte le persone che lavorano nella casa di riposo di Tirano e ha ricordato come “le Rsa sono un bene della collettività, che le deve proteggere e migliorare sempre, perché siamo obbligati nei confronti di chi ha lavorato e siamo obbligati a farlo per le tantissime persone che negli anni passati solevano voler bene alle Rsa e hanno contribuito alla crescita di questa struttura, forse l’unica struttura sanitaria ormai radicata sul territorio”.

L'ex direttore sanitario, poi, ha voluto rivolgere un ringraziamento particolare alla caposala Severina Garbellini e alla dottoressa Francesca Franzini che hanno mostrato sempre “la tenacia delle donne valtellinesi che non mollano mai”.

Benemerenza e 18enni-2

Esempio per i giovani

Nella stessa cerimonia, il sindaco ha consegnato il testo della Costituzione, insieme allo Statuto Comunale e alla Dichiarazione Universale di Diritti umani, ad una rappresentanza di neo diciottenni tiranesi. Per loro, assistere al conferimento della Benemerenza civica ha voluto significare la testimonianza di un grande impegno civico e il riconoscimento del valore che questa dedizione solidale ha per la comunità, la sua crescita e il suo sviluppo. 

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirano, conferita la benemerenza civica al dottor Renzo Epis

SondrioToday è in caricamento